Home News Una madre addestra il cane per aiutare la figlia disabile

Una madre addestra il cane per aiutare la figlia disabile

CONDIVIDI

Un’addestratrice insegna al suo cane ad occuparsi della figlia disabile

Pepsi e Izzi Pyne

E’ nata prematura di 16 settimane. Izzi Pyne era una neonata dal destino già tristemente segnato. La nascita prematura ha provocato delle ripercussioni sull’organismo della piccola Izzi che non può gattonare, camminare ma neanche parlare.

La madre Heater di Nottingham si è presa amorevolmente cura della figlia, sostenuta dal cane Pepsi.
Mettiamo il coraggio di una madre, l’affetto e la devozione di un cane. Un mix d’amore assoluto che ha portato la donna ad addestrare personalmente il cane di famiglia cane a prendersi cura della figlia disabile.

La bambina di due anni, gravemente disabile, non è autonoma. Per poter far fronte alle esigenze della piccola Izzi, la madre ha insegnato a Pepsi ad aiutarla quando veste Izzi e in molte altre attività quotidiane o mirate alla riabilitazione motoria della bambina.

Pepsi è un cane di due anni, incrociato con un labrador. Una razza apprezzata per le sue qualità e spesso utilizzata come cane da sostegno oer l’indole della razza e il carattere docile, affettuoso e obbediente del labrador che lo rendono unico per molte discipline.

Il cane affianca la padrona nei momenti più delicati. Quando la bambina si deve cambiare Pepsi l’aiuta, togliendole i calzini e i pantaloni. Poi si mette seduto davanti a lei, in modo che Izzi si possa sedere appoggiandosi al cane. La madre riesce in questo modo a cambiarla ma anche a fare attività di riabilitazione motoria con Pepsi al fianco.
Un momento critico che si trasforma in una piccola gioia per la piccola Izzi felice d’interagire con Pepsi e di entrare in contatto fisicamente con l’animale.
Pepsi è anche stato addestrato ad avvertire la madre nel caso in cui Izzi ha una crisi.

La donna racconta che da quando è arrivata Izzi nella loro vita, Pepsi ha subito mostrato interesse nei riguardi della bambina. Appena arrivata a casa, Pepsi passava le giornate a guardare Izzy nella culla.

“In quel periodo lavoravo come addestratrice di cani e mi sono detta che forse sarei stata capace ad addestrare Pepsi. Pepsi è il mio mondo assoluto è una madre confidente. E’ brillante e non saprei davvero come fare senza di lei”. Dichiara la donna alla BBC.

Pepsi è stata anche una fonte d’ispirazione per Heather che ha fondato un’associazione, la Pawsitive Squad, per sostenere i giovani disabili con cani d’assistenza.

C.D

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI