Home News Unico, paralizzato dopo essere stato massacrato di botte, trova una famiglia

Unico, paralizzato dopo essere stato massacrato di botte, trova una famiglia

CONDIVIDI

unico

Avevamo parlato della storia di Unico, lo scorso settembre, (clicca qui), quando questo piccolo meticcio di taglia media, aveva commosso la rete: era stato trovato strisciante, da un gruppo di volontari dell’associazione Anime Randagie, lungo una spiaggia di Bovalino Calabro. Il cane aveva subito l’aggressione di un uomo che si era accanito su questa bestiola, fiduciosa nell’uomo, colpendolo ripetutamente a bastonate, fino a provocare dei danni alla spina dorsale, causando la paralisi degli arti posteriori.

Per Unico era stata avviata una raccolta fondi tramite un evento Facebook, alla quale hanno risposto numerose persone che hanno contribuito a salvare la vita a questo tenero meticcio, sostenendo le spese mediche necessarie per consentire al cane di muoversi attraverso un lettino medico.

Quando era stato trovato dai volontari, non solo vi erano poche speranze di salvarlo, ma anche che un giorno, qualcuno volesse adottarlo in quelle condizioni. Eppure, grazie alla solidarietà della rete e delle condivisioni, una signora di Montesilvano in provincia di Pescara in Abruzzo si innamorato di Unico, leggendo la  sua terribile storia.

Non appena è stato possibile, Cristina Trabucco, si è recata fino in Calabria per adottarlo. Un epilogo straordinario per tutti coloro che si sono adoperati a salvare Unico e sopratutto non hanno mai perso la speranza e l’amore che ha ricompensato tutti i sacrifici.

LaTrabucco ha scritto  un aggiornamento sulla pagina Facebook di Unico spiegando che “penso che sia giusto che l’evento venga chiuso, dal momento che Unico ha trovato la sua mamma e l’associazione ha urgenza di seguire tanti altri cagnolini in difficoltà. Come vi ho detto più volte, la gestione di Unico economicamente è pesantina… Occorrono pannoloni e traversine in quantità industriali… Bisogna tenerlo il più possibile pulito… Cibo particolare per ripristinare l’intestino di un cane che non può camminare… Creme e polveri buone per la gestione del suo culetto e sederino… Controlli dal veterinario frequenti con esami, per tenere sotto controllo i reni ecc… Ringrazio ancora una volta tutti per aver dato ad Unico la possibilità di essere operato e aver contribuito all’acquisto del carrellino che in settimana arriverà! Chiunque volessi chiedermi l’amicizia per continuare a seguire i suoi miglioramenti, può farlo, anzi mi farebbe piacere… Chiunque volesse continuare a donare pensierini ad Unico può farlo sulla mia post pay… Ve ne sarei davvero grata… Da sola, con i miei mezzi non riuscirei a portare avanti la sua gestione! Un abbraccio forte a tutti da UNICO”