Home News Valencia, è bando per la pratica del toro in fiamme

Valencia, è bando per la pratica del toro in fiamme

CONDIVIDI

toro1

Dopo il comune di Ondara, nella provincia di Alicante, ora in Spagna è il turno di Valencia. La città ha messo al bando la pratica del ‘Bou Embolat’, antica tradizione che prevede che tori imbizzarriti vengano lasciati per le strade con le corna arse da delle fiamme. Il sindaco della città ha motivato tale bando sottolineando la crudeltà di questa tradizione, ma gli oppositori del suo partito hanno criticato la sua scelta definendola una violazione del patrimonio culturale di Valencia. Si tratta, in ogni caso, di una ulteriore conferma di aria di cambiamento in Spagna, un passo in avanti significativo verso la condanna di tali vecchie e crudeli tradizioni che prevedono il maltrattamento di animali. Vi avevamo infatti già parlato di un’altro divieto, quello dell’uccisione dei tori durante la manifestazione ‘Toro de la Vega’. Tradizione questa, che prevedeva l’uccisione del toro dopo un folle inseguimento per le strade da centinaia di uomini armati di lance.