Home News Veleno di serpente come droga: si facevano mordere sulla lingua

Veleno di serpente come droga: si facevano mordere sulla lingua

CONDIVIDI
veleno serpenti
Domatore di cobra

Usano il veleno di serpente come droga

Due uomini di 40 anni, provenienti dalla regione del Rajastan, in India, sono stati per ben 15 anni, dipendenti dall’oppio. La loro tossicodipendenza li ha portati a trovare un sostituto allucinogeno utilizzando il veleno del cobra.

Questo caso piuttosto particolare è stato oggetto di uno studio intitolato “Snake Venom Use as a Substitute for Opioids: A Case Report and Review of Literature” (Veleno di serpenti come sostituto di oppiaci).

Un gruppo di ricercatori ha cercato di capire come sia stato possibile che queste due persone abbiano sviluppato la capacità di resistere al morso di un cobra. Un veleno che in alcuni paesi può uccidere un toro.

Prima di questa vicenda, sottolineano i ricercatori, vi erano stati altri quattro casi riguardanti l’uso del veleno di serpente per scopi ricreativi. Casi registrati soprattutto nell’ambito di famiglie più povere.

Animali pericolosi

Quello che ha sorpreso gli scienziati è che questi due uomini provenissero da famiglie benestanti. Per cui si tratta di un evidente desiderio di sperimentazione.

I ricercatori sono stati inoltre incuriositi dal coraggio di queste due persone e dalla loro abilità nell’utilizzare il morso del cobra.

Infatti, in alcuni casi, il veleno di serpente è stato utilizzato soprattutto come unguento o balsamo spalmato sulla pelle come allucinogeno.

“Non si sa come qualcuno possa sviluppare anticorpi e sopravvivere al morso in una fase di dipendenza”. Ha dichiarato la dott.ssa Savita Malhotra, tossicologa ed esperta di tossicodipendenze.

Lo studio pubblicato sull’Indian Journal of Psychological Medicine ha cercato di capire gli effetti di questa pratica.

I due uomini sono diventati dipendenti al veleno dei cobra. Si facevano mordere la lingua per provare effetti analoghi a quelli dell’oppio. La sostanza velenosa provocava effetti come strani movimenti del corpo, vista offuscata e perdita di conoscenza per circa un’ora. Successivamente, quando svanivano gli effetti, i due uomini provavano una sensazione di euforia e di benessere.

Effetti che secondo gli studiosi potrebbero essere addirittura più forti dell’oppio.

Leggi lo studio in inglese: Snake Venom Use as a Substitute for Opioids: A Case Report and Review of Literature

C.D.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI