Home News Veterinario rapisce un cane all’insaputa dei suoi proprietari

Veterinario rapisce un cane all’insaputa dei suoi proprietari

CONDIVIDI

Finito sotto accusa un veterinario che ha rapito un cane all’insaputa dei suoi proprietari per portare avanti delle trasfusioni di sangue.

(screenshot video)

La vicenda è datata ma ha fatto molto discutere e ancora oggi ha dei risvolti, sebbene siano state ritirate le accuse penali contro un veterinario di Fort Worth accusato di furto e crudeltà sugli animali nel 2014. Il veterinario Millard Lucien “Lou” Tierce, 74 anni, è stato accusato di aver tenuto in vita un cane, un Leonberger di nome Sid, allo scopo di fornire trasfusioni di sangue per altri animali dopo aver raccontato al proprietario dell’animale, Marian Harris, che sarebbe stato soppresso. L’ufficio del procuratore distrettuale della contea di Tarrant ha dichiarato che le accuse di crudeltà sugli animali sono state ritirate nel novembre 2016 a condizione che la licenza veterinaria di Tierce rimanga sospesa per diversi anni.

Leggi anche –> Le rubano il cane dal veterinario: sospetti su commercio illegale

La triste sorte di Sid: i suoi proprietari lo hanno salvato

In sostanza, il veterinario è rimasto in questi anni un uomo libero, ma non ha più potuto praticare la professione. Tierce ha violato gli standard di cura e non ha praticato con onestà e integrità, l’accusa del Consiglio di Stato nei confronti del veterinario. Tierce ha anche dovuto affrontare due accuse di furto nell’atto di accusa del 2014 – tali accuse sono state archiviate nel 2015 dal procuratore distrettuale. Dopo aver subito un trattamento presso la clinica di Tierce, Harris ha affermato che Sid aveva difficoltà a camminare e ha detto che il veterinario ha detto loro che il cane aveva sviluppato una condizione spinale che sarebbe solo peggiorata. Alla famiglia Harris fu detto che l’opzione migliore era quella di far eutanizzare il cane.

Sei mesi dopo, gli Harris hanno detto di aver ricevuto una chiamata da un tecnico veterinario che lavorava per Tierce, il quale ha detto che Sid era ancora vivo e che veniva usato per trasfusioni di sangue per altri cani nella clinica. Il povero cane, inoltre, restava in gabbia per tutto il giorno, con poco spazio per muoversi. La famiglia andò alla clinica di Tierce, recuperò il cane e informò le autorità di ciò che era avvenuto. Harris ha detto nel 2014 che non pensava che la punizione di cinque anni emessa dal Consiglio di Stato degli esaminatori veterinari fosse abbastanza severa. Quindi ha fatto causa, chiedendo un risarcimento da un milione di dollari. Tierce è stato ribattezzato il veterinariovampiro.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI