Home News La vicenda di Lucy: il lento recupero del cane maltrattato – VIDEO

La vicenda di Lucy: il lento recupero del cane maltrattato – VIDEO

CONDIVIDI
(Facebook)

La vicenda di Lucy, ritrovata in grave stato di choc per le violenze subite: il lento recupero del cane maltrattato in alcuni video.

Proprio quando pensavi di aver visto tutto, arriva la vicenda di Lucy, un altro tragico caso di crudeltà verso gli animali; questa volta ancora peggio della volta precedente. Lucas (ora Lucy) è entrata in un rifugio per animali della Georgia sporca, ferita da tagli estesi e ancora più preoccupante il cane non era stato in grado di aprire la bocca e, secondo quanto riferito, non aveva mangiato in due settimane.

Leggi anche –> Trovato cane con 200 ferite: corsa contro il tempo per salvarlo

Il trauma subito da Lucy e il suo recupero

La storia di Lucy è diventata virale in febbraio, quando è stata mostrata mentre veniva fatta salire sul retro di un camion. L’animale si contraeva, sbavando e scuotendo. Chi avrebbe mai potuto immaginare la sofferenza del cane, poiché non era in grado di bere, mangiare o persino tirar fuori la lingua per ansimare? Mentre veniva portata di corsa da un veterinario di emergenza, un’inondazione di messaggi si riversò nel chiedere cosa si poteva fare per aiutarla e come potesse essere accaduto. Un primo video la mostra subito dopo il recupero.

Giorni dopo, Lucy lasciò il veterinario di emergenza e si diresse all’ospedale per animali della Georgia, il principale della zona. Lentamente il cane si è ripreso. È stata curata per il tetano e anche se è stata diagnosticata anche la dirofilariosi e la sua strada verso la guarigione completa è stata lunga, la sua guarigione è stata a dir poco miracolosa. Il recupero mentale e psicologico di Lucy, tuttavia, era ancora più complicato. Rescue Dogs Rock NYC non ha mai mollato rispetto a questo obiettivo.

Leggi anche –> Collare elettrico, denunciato un giovane che ‘addestrava’ il suo cane

Le parole della volontaria che ha salvato Lucy

“Dopo circa un mese di cure mediche, Lucy era abbastanza in salute da lasciare il veterinario. Tuttavia, mentalmente ed emotivamente, non era neanche lontanamente pronta per una casa. Era terrorizzata dalla gente, i suoi occhi erano vuoti, come se le luci fossero accese e nessuno fosse a casa”, scrisse Jackie O’Sullivan, co-fondatrice dell’organizzazione di soccorso. Qualunque cosa fosse successa a Lucy, questa l’aveva completamente traumatizzata.

Spiega ancora la volontaria: “Per salvarla veramente, sapevamo che dovevamo agire in fretta, così l’abbiamo mandata a lavorare con un comportamentista. Per il primo mese, nulla è cambiato. Lucy non lo ha nemmeno riconosciuto, nessun saluto quando lui le si avvicinava, niente. Eravamo molto preoccupati per il futuro di Lucy. Alla fine, nel secondo mese lì, Lucy iniziò a mostrare miglioramenti”. Passarono altre sei settimane e i progressi iniziarono a vedersi. Per continuare la guarigione di Lucy, è stata mandata in una casa adottiva con esperienza nel Connecticut, dove la sua famiglia temporanea ha le conoscenze e le competenze per contribuire a portare questo cane al livello successivo in preparazione di una nuova famiglia. Un secondo video mostra i miglioramenti di Lucy.