Home News Viene morso da un serpente a sonagli, lui lo uccide a morsi

Viene morso da un serpente a sonagli, lui lo uccide a morsi

CONDIVIDI
contenuto 100% originale
@screen shot Twitter

 

Alvaro Teixeira, un giovane assessore di 36 anni, di Juru, una città dello stato di Paraíba, nel nordest del Brasile,  è stato morso da un serpente a sonagli, mentre era nella sua tenuta a controllare la coltivazione di palme. Tuttavia, fino a questo punto la storia non avrebbe senso, in quanto si tratta di un rischio piuttosto diffuso in alcune zone. Ma quello che ha fatto accendere i riflettori sul caso è che non appena Teixeira si è sentito una fitta al piede e ha visto il rettile, accecato dalla rabbia, ha preso il serpente e lo ha ucciso mordendolo.

“Ojo por ojo, diente por diente”, recitano i media locali, riportando la notizia. Nonostante la ferita e il veleno in circolo nel corpo che provocava una forte nausea e senso di vomito, l’assessore ha mantenuto il sangue freddo, riuscendo a raggiungere la sua automobile e a guidare da solo fino all’ospedale dove è stato immediatamente ricoverato e trattato per diversi giorni. Lo stesso Teixeira, dimesso dopo quattro giorni e ben quindici sieri per combattere l’avvelenamento, ha raccontato la dinamica dei fatti in diverse interviste, spiegando che “ho avvertito una forte fitta al piede e quando ho abbassato lo sguardo per capire cosa fosse, ho visto il serpente. Allora, l’ho preso e ho cominciato a morderlo. Ho agito istintivamente”.

A dire il vero, inizialmente, in pochi hanno creduto alla ricostruzione fornita dall’assessore e solo in un secondo tempo, quando sono stati ritrovati i resti della serpe, non solo per convincere tutti quanti m anche per capire la specie di rettile, è stata accertata la versione dell’assessore.

Lo stesso Teixeira ha commentato che il personale medico ospedaliero “ha reagito con stupore al fatto che io avessi preso e ucciso il serpente con i denti. E’ un animale un po’ disgustoso che tutti temono. Comunque si tratta di una specie piuttosto diffusa e io sono cresciuto in campagna e quando mi ha morso ha prevalso il mio istinto per cui ho restituito il morso”.

Le immagini di Alvaro e del serpente a sonagli ucciso a morsi sono diventate virali sui social brasiliani, con migliaia di condivisioni su Facebook e twitter.