Home News Violenze nel rifugio per cani: sotto accusa gestore e dipendenti – VIDEO

Violenze nel rifugio per cani: sotto accusa gestore e dipendenti – VIDEO

CONDIVIDI
rifugio cani
(screenshot video)

Terribili violenze nel rifugio per cani denunciate a Sheffield: sotto accusa gestore e dipendenti, alcuni video documentano gli abusi.

A Sheffield, in Inghilterra, gli ex dipendenti di The Doggy Den hanno condiviso video sui social media che mostrano lo staff di guardia ai cani che prendono a calci gli animali e lanciano giocattoli contro di loro che piangono e si lamentano. Tre video presi da filmati di sorveglianza mostrano cani presi a calci e tutto questo è stato etichettato come “abuso orribile” da molti degli spettatori. Uno dei video mostra solo due uomini in una stanza con almeno 20 cani. Un altro video mostrava i cani che passeggiavano mentre una Dalmata in una gabbia piagnucolava nel retro dell’edificio.

Leggi anche –> Maltrattamento animali: 200 cani da slitta incatenati sotto al sole a 40° gradi

I video degli abusi contro i cani nel rifugio

I video sarebbero stati registrati tra marzo e dicembre dell’anno scorso. Questi dipendenti non ci sono più e hanno spiegato che all’epoca dei fatti avevano troppa paura di denunciare il trattamento dei cani per il timore di perdere il lavoro. Secondo il Daily Mail, Jess Hutchinson, 26 anni, ha lavorato a Doggy Den per otto mesi, ha filmato il presunto abuso e informato il suo manager, e dopo altri incidenti ha deciso di smettere quando non poteva più tollerare la crudeltà. Un altro dipendente ha dichiarato di aver lavorato lì per oltre un anno e di aver assistito a orribili abusi.

Spiega questo dipendente: “C’erano troppi cani per i membri del personale, i cani avrebbero combattuto tutto il tempo; i cuccioli erano posti nella stessa stanza dei cani adulti; i cani erano stressati e frustrati”. Quindi aggiunge: “Me ne sono andato perché sono stato morso da un cane e non sono più riuscito a sopportare lo stress e la pressione”.

Attenzione: immagini non adatte a un pubblico sensibile

Il direttore del rifugio per cani respinge le accuse

Le linee guida ufficiali sulle condizioni di lavoro suggeriscono che ci sia una persona che sorveglia ogni sei cani presenti. Il direttore di The Doggy Den, Tom Greatorex, ha dichiarato che i video sono stati presi più di 18 mesi fa e gli incidenti sono stati isolati. Quindi ha rassicurato i proprietari degli animali domestici. Ha infatti spiegato loro che quei membri del personale non lavorano più lì. Per quanto riguarda la foto di un piagnucoloso dalmata in una gabbia, Greatorex ha dichiarato che la foto è stata una messa in scena e che i cani non sono mai stati tenuti isolati nella parte posteriore dell’edificio.

“Posso assicurare ai nostri clienti che si tratta di incidenti isolati e che i membri dello staff in questione hanno lasciato l’attività. Posso dire al 100% che questo tipo di abuso non avviene nelle nostre sedi”, ha dichiarato il direttore del rifugio. Questi ha infine dichiarato che inviterà il consiglio e la RSPCA a ispezionare i suoi locali. I video dei cani maltrattati, messi in Rete, contengono davvero immagini forti.

Potrebbe anche interessarti –> Maltrattamento animali, LAV: “Casi in aumento, c’entra anche la criminalità”