Home News Vittoria animalisti in Spagna: vietato uccidere tori al festival

Vittoria animalisti in Spagna: vietato uccidere tori al festival

CONDIVIDI

toro

Finalmente arriva un’importante vittoria da parte degli animalisti! La regione autonoma spagnola Castilla y Leon ha infatti vietato l’uccisione dei tori durante il famoso festival ‘Toro de la Vega’ che si svolge in autunno a Tordesillas. Questa festa dei tori, di origine medievale, si svolge nel seguente modo: degli uomini a cavallo inseguono un toro per le vie della città per poi ucciderlo trafiggendolo con una lancia. Si tratta di una pratica ben più crudele della altrettanto famosissima Corrida, che prevede uno scontro ‘alla pari’ tra un torero e un toro. In questo festival invece, il povero animale è inseguito da una gran folla armata. Ma stavolta le pressioni esercitate dagli animalisti hanno avuto riscontro e da ora in poi uccidere tori durante il festival sarà considerato un reato. Si può finalmente sorridere per una grande vittoria degli animalisti, dopo che in passato anche i giovani spagnoli si sono espressi negativamente sulla Corrida e sull’uccisione di tori. Speriamo che arrivino in fretta notizie di altri trionfi nel mondo animale.