Home News Zoo di Newquay dona una macchina spara bolle di sapone ai pinguini

Zoo di Newquay dona una macchina spara bolle di sapone ai pinguini

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:13
CONDIVIDI

Lo zoo di Newquay, in Inghilterra ha donato una macchina che spara bolle di sapone ai pinguini. Il loro video è divenuto virale

pinguini bolle
I pinguini che rincorrono le bolle (Screenshot Video)

Una scena che ha incantato le persone: i pinguini giocano a rincorrere le bolle di sapone. E’ accaduto allo zoo di Newqay. Lo staff della struttura ha deciso di fare dono ai pinguini di una macchina spara bolle per intrattenerli durante il periodo di lockdown, in cui i visitatori sono assenti.

Potrebbe interessarti anche: Pinguini visitano il museo e incontrano i dinosauri – FOTO E VIDEO

Pinguini incantevoli come bimbi che giocano con le bolle

pinguini
Pinguini dello zoo (Foto Instagram)

Lo zoo di Newquay a Trenance Leisure Park, in Inghilterra, è momentaneamente chiuso ai visitatori a causa della pandemia. Purtroppo anche gli animali al loro interno risentono di questo “cambiamento” e sono maggiormente soggetti a noia e stress.

Per intrattenere gli esemplari nella struttura, lo staff ha posizionato una macchina spara bolle nel recinto che accoglie i pinguini. Il personale ha ripreso i dolci palmipedi mentre guardavano e interagivano meravigliati con le sfere di sapone.

Potrebbe interessarti anche: Supermercato in aiuto dei pinguini dello Zoo: il motivo spiazza tutti

Ovviamente le immagini di questi splendidi esemplari che rincorrono le bolle come dei bambini hanno incantato gli utenti. I pinguini sembrano entusiasti del loro dono, ne appaiano affascinati e incuriositi. I palmipedi inseguono le sfere trasparenti, le urtano facendole scoppiare e magari chiedendosi che fine abbiano fatto.

Uno dei custodi ha dichiarato che data la loro natura di inseguire le cose, questo escamotage può tornare utile a mantenerli attivi, soprattutto in questo periodo.

Fermi nella nostra posizione che gli animali debbano vivere nel loro habitat, comunque non ci dispiace se il gesto è riuscito a regalare un momento di ilarità a questi straordinari animaletti.

M. L.