Home News Zoomafia: Sicilia al primo posto per i reati sugli animali

Zoomafia: Sicilia al primo posto per i reati sugli animali

CONDIVIDI

La Sicilia è una delle Regioni dove si registra il maggior numero di reati sugli animali

zoomafia sfruttamento animali

E’ stato presentato a Palermo, il XIXesimo “Rapporto Zoomafia 2019” della LAV, relativo ai reati dello sfruttamento degli animali da parte della criminalità organizzata, nel 2018.
La zoomafia rappresenta un settore della mafia che gestisce attività illegali legate al traffico e allo sfruttamento degli animali.

Nell’ambito dell’incontro, i relatori hanno evidenziato i dati relativi alla Sicilia dei vari filoni tra i quali combattimenti, cavalli e corse clandestine, la “cupola del bestiame”, il traffico di fauna selvatica, il bracconaggio,

Purtroppo, il fenomeno, nel 2018, è ancora presente e si conferma ancora una volta la convivenza della mafia in diversi settori legati agli animali, in uno scenario d’illegalità, degrado e criminalità.

“La diffusione della criminalità zoomafia è favorita anche da un sistema normativo repressivo non sempre efficace. Auspico che si arrivi finalmente al varo di alcuni provvedimenti legislativi, come il potenziamento della normativa sulla tutela penale degli animali“, ha concluso il coordinatore dell’evento”, dichiara il professore Paolo Calabrese, presidente movimento internazionale per la giustizia a tutela dei diritti umani e responsabile diritti umani fondazione Caponnetto.

Purtroppo si tratta di un fenomeno cresciuto negli anni anche se le organizzazioni animaliste e forze dell’ordine stanno collaborando per debellarlo.

Dai dati del nuovo rapporto della LAV emerge che sono in Sicilia sono oltre 1000 i procedimenti e circa 780 gli indagati, rappresentando il 15,5% ogni 100 mila abitanti, un dato superiore alla media nazionale.

Fra i fenomeni più allarmanti le corse clandestine di cavalli e le attività legate alle gestione dei pascoli allo scopo di percepire i Fondi Europei dell’Agricoltura.

Macellazioni clandestine e traffico di anabolizzanti sono in aumento.

Intimidazioni, clientelismo per le gare d’appalto sono all’ordine del giorno in diversi settori. Anche nel settore stesso delle corse, venivano minacciati i fantini. Una vera e propria organizzazione illegale, una ragnatela che si snoda in tutti i settori, privati e istituzionali.

C.D.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI