Home Social Cane abbandonato nella neve a Pistoia: il proprietario l’aveva lasciato sul tetto...

Cane abbandonato nella neve a Pistoia: il proprietario l’aveva lasciato sul tetto a gelare

CONDIVIDI
Cane abbandonato nella neve
Cane abbandonato nella neve, guai per il proprietario

Cane abbandonato nella neve, è quanto accaduto a Pistoia, dove una persona è stata denunciata per maltrattamento ed abbandono di animali.

La gelata di neve portata negli ultimi giorni da Burian ha colpito tutta l’Italia. E tanti sono stati i disagi alle persone, ma non solo. anche numerosi animali hanno dovuto fare i conti con il freddo intenso. In alcuni casi però la cosa si sarebbe potuta evitare. È il caso del cane abbandonato nella neve a Pistoia. Difatti il quattrozampe non ha mica scelto da se di mettersi in una situazione così brutta. È stato il suo padrone a fare tutto, non prendendosi assolutamente cura del povero quattrozampe. Si tratta di un giovane di 26 anni, di professione operaio. Questa persona è originaria di Prato ma domiciliata a Pistoia. A notificargli il provvedimento di denuncia sono stati i carabinieri della stazione di Capostrada, i quali hanno provveduto dapprima ad accertare se il proprietario del cane abbandonato nella neve avesse effettivamente delle responsabilità nella cosa. Quando si sono resi conto che in effetti era così, è scattata la notifica. Il bello è che il giovane risulta essere irreperibile.

Cane abbandonato nella neve a Pistoia: il proprietario l’aveva lasciato sul tetto a gelare

L’animale era stato costretto a rimanere sul tetto di un palazzo della città toscana, senza alcuna possibilità di potersi riparare dal gelo e dalla neve che si era posata copiosa. Inoltre mancavano anche acqua e cibo, ed il quattrozampe da ore si lamentava per tutta la sofferenza alla quale era stato costretto a sottostare. I carabinieri sono intervenuti avvalendosi anche dell’aiuto dei locali Vigili del Fuoco. Il cane abbandonato nella neve sul tetto era un bell’esemplare di razza Labrador, dotato di regolare microchip. Da lì è stato possibile identificare il 26enne, che però ancora non è stato raggiunto fisicamente. Il cane è stato sottoposto ad un sequestro in via preventiva da parte dell’autorità giudiziaria. Adesso è stato dato in affidamento alla locale sezione dell’Enpa. Stessa sorte era toccata ad un altro cane, anch’esso abbandonato. Ma in questo caso c’è qualcuno di speciale che si è preso cura di lui.

A.P.