Home Social Cane ucciso, la colpevole viene incatenata e fustigata – VIDEO

Cane ucciso, la colpevole viene incatenata e fustigata – VIDEO

CONDIVIDI
cane ucciso
@screenshot

Un filmato decisamente scioccante che sta circolando sul web in queste ore mostra un grave episodio relativo ad un cane ucciso. Le immagini fanno vedere il trattamento riservato da alcuni abitanti di un villaggio in Cina ad una donna. Quest’ultima è stata legata a un cancello per poi essere picchiata dalla folla inferocita, dopo essere stata sorpresa ad avvelenare lo sfortunato animale. Tra i modi con i quali viene sottoposta a questa esemplare punizione, c’è anche il venire colpita con un ramo lungo un metro. Da quanto si apprende, la colpevole intendeva vendere la carne del cane ucciso. Il quattrozampe era stato ammazzato dopo essere stato colpito con delle frecce avvelenate. E la carne di cane è considerata commestibile in Cina, tanto che le associazioni animaliste spesso vengono a conoscenza di abusi terribili subiti da questi animali. I quali vengono massacrati nei modi più barbari perché si ritiene che la loro carne per l’appunto risulti essere più tenera.

Cane ucciso, la punizione per la colpevole è durissima

La donna, come detto, viene tenuta legata ad un cancello mentre un uomo la colpisce con forza. Poi in seguito la carcassa dell’animale viene posta sulle spalle di questa tizia. E questo come estremo gesto di scherno. Non si conosce con precisione in quale parte della Cina sia avvenuto questo fatto. L’utilizzo di veleno rappresenta uno dei metodi più usati per uccidere cani, la cui carne viene poi rivenduta ai mercati locali oppure ai ristoranti. Non manca comunque chi ha condannato questo modo di punire la donna. “Viviamo in una società moderna ormai, non si può punire una persona in questo modo per aver ammazzato un cane”. “Anche fare questo vuol dire infrangere la legge, questa persona sarebbe dovuta finire nelle mani della polizia”. Ed ancora: “La questione andava risolta pacificamente. Picchiare questa donna in tal modo non è meno grave del fatto di aver ucciso un animale”. In Italia invece si è avuta una condanna da parte del tribunale nei confronti di un uomo che aveva ammazzato un cane con una balestra. Il fatto avvenne nel 2013 ed ora il giudice ha emesso una sentenza che lascia soddisfatta l’Enpa.

A.P.

Guarda il video