Home Social Cani maltrattati, tenuti prigionieri e malati: l’ennesimo orrore dalla Cina – VIDEO

Cani maltrattati, tenuti prigionieri e malati: l’ennesimo orrore dalla Cina – VIDEO

CONDIVIDI

cani maltrattati

I cani in molte località della Cina vengono costretti a stare in gabbie minuscole ed arrugginite. Ed in condizioni estremamente ai limiti da allevatori avidi. L’ennesimo filmato che attesta questa triste condizione arriva da PETA Asia, che a Shanghai ha effettuato delle riprese in cui si vede l’estrema sofferenza di decine e decine di cani maltrattati. Tutti erano tenuti in una stanza così buia da riuscire a vedere a malapena cosa ci fosse a mezzo metro di distanza. Mancano sia l’illuminazione che una qualsiasi fonte di riscaldamento dell’ambiente, stando a quanto riportato da un infiltrato della PETA che ha effettuato il video. In un altro ‘centro del dolore’ nella provincia del Guangdong, nel sud della Cina, un Bulldog francese maschio, chiamato Nutmeg, è stato visto zoppicare a causa di una grave forma di displasia dell’anca. Le sue immagini fanno davvero stringere il cuore.

Cani maltrattati, PETA riprende tutto di nascosto e svela al mondo cosa avviene

Tutte le immagini sono state realizzate da un attivista della PETA sotto copertura, come detto, che ha visitato 13 allevamenti di cani nelle province di Shanghai, Guangdong e Shandong. Un portavoce della nota associazione animalista ha dichiarato al MailOnline che nessuno dei tredici luoghi soddisfaceva gli standard di igiene nazionale della Cina per gli allevatori di cani. L’infiltrato stesso ha affermato di aver visto i cani quasi tutti vittima della malnutrizione. Molti di loro poi provano a tapparsi il naso attraverso i fili di metallo sporgenti delle loro gabbie, nel tentativo di sfuggire al fetore delle loro stesse deiezioni. Molti cani di razza erano costretti ad accoppiarsi ventiquattr’ore su ventiquattro, allo scopo di ottenere quanti più cuccioli possibili da rivendere.

È incredibile fare questo a dei poveri animali

La PETA dice di aver deciso di condurre le indagini perché nell’imminente Capodanno lunare in Cina questo sarà l’anno del cane. E quindi l’associazione animalista ha voluto rivelare cosa stanno vivendo da quelle parti. I cuccioli allevati da questi allevatori senza scrupoli vengono venduti a cifre considerevoli. È possibile ricavarci fino a 10mila yuan ciascuno, al cambio quasi 1300 euro. Circa un centinaio di questi cani maltrattati è stato sequestrato soltanto questa settimana. Un altro caso di cane sottoposto a violenze inaudite arriva dagli Stati Uniti. E tale brutalità lascia attoniti.

Guarda il video

Fotogallery