Home Social Cinque adolescenti torturano e danno fuoco ad un gatto: inchiodati da video

Cinque adolescenti torturano e danno fuoco ad un gatto: inchiodati da video

CONDIVIDI

Lo hanno picchiato fino a stordirlo per poi dargli fuoco. A ritrovare il corpo del povero animale, alcuni residenti del quartiere che hanno provveduto a chiamare la società locale di protezione animali. Purtroppo, quando gli agenti sono arrivati sul posto hanno solo potuto constatare la morte del gatto. Il caso, registrato nel mese di dicembre 2017, è stato segnalato alla Polizia di Baltimora che avviando le indagini ha individuato un filmato ripreso da una telecamera di sorveglianza. Nel video si vede chiaramente il gruppo di cinque adolescenti di un età compresa tra i 12 e i 14 anni.

I residenti del quartiere hanno riferito come casi di questo tipo siano fequenti. Spesso, i ragazzi non vanno a scuola e compiono atti vandalici per le strade e se la prendono con gli animali che trovano lungo la loro strada: “Ho visto cinque bambini che stavano colpendo un gatto con dei bastoni, proprio accanto alla mia casa. Poi hanno preso il corpo del povero animale e lo hanno lanciato contro il muro in cemento di un’abitazione abbandonata”, ha denunciato un testimone.

Un caso di crudeltà che ha sollevato l’indignazione a Baltimora. a distanza di un mese dall’avvio delle indagini, le autorità locali avrebbero individuato due dei cinque ragazzi coinvolti.

Bambini violenti sugli animali, pericolosi per la società

“Senza il video non avremmo potuto avviare le indagini. Ma grazie a queste immagini siamo sicuri al 100% che riusciremo ad individuare tutti i giovani”, ha dichiarato uno degli agenti coinvolti nelle indagini, ricordando che “oggi è un gatto, domani potrebbe essere un cane e la prossima volta una persona. E’ un ciclo che si ripete se non interveniamo subito a bloccare questo tipo di violenza”.

Purtroppo, quanto dichiarato dall’agente è ormai confermato da molti studiosi per cui la violenza sugli animali è un campanello di allarme fin dalla più tenera età. Oltre l’80% dei serial killer o persone pericolose e violente hanno commesso abusi sugli animali. Non a caso, al fine di monitorare fenomeni di violenza e persone potenzialmente pericolose, l’Fbi ha elevato la violenza sugli animali a crimine efferrato in modo da creare un archivio per controllare possibili criminali. In questo scenario, alcuni studi recenti hanno anche individuato un legame tra la violenza sugli animali e sulle donne. Creature indifese vittime di persone pericolose.

C.D.