Home Social Orca parlante sa dire ‘Hello’ ed altre cinque parole umane – VIDEO

Orca parlante sa dire ‘Hello’ ed altre cinque parole umane – VIDEO

CONDIVIDI

orca parlante

Per la prima volta è stata registrata la voce di una orca parlante. L’animale marino in questione si chiama Wikie e ha 14 anni. Sa dire soltanto una manciata di parole. Nella fattispecie “Hello”, “bye bye”, “one, two, three”. Che ripete quando sollecitata dal suo istruttore. Wikie è stata addestrata a riconoscere questi termini ed a ripeterli con gorgoglii che risultano essere molto prossimi al corrispettivo in linguaggio umano. C’è un file audio diffuso su YouTube e su diversi social media che attesta questo evento. In esso è possibile sentire come si esercita l’orca parlante. Questo rende noto quanto sviluppata sia in questi cetacei la capacità di apprendere nuovi suoni.

Si tratta di una abilità per loro fondamentale per poter comunicare con gli altri simili all’interno del branco. Addirittura gli esperti hanno messo in evidenza l’esistenza di alcuni ‘slang’ che le orche utilizzano tra loro. Esse si esprimono in diversi dialetti, come riportato in uno studio pubblicato sulla rivista specializzata di settore ‘Proceedings of the Royal Society’. Lo studio è coordinato dal professor Josè Abramson, della Pontificia Università Cattolica del Cile.

Orca parlante, è frutto di un apposito addestramento

L’orca parlante capisce quando è il momento di ripetere la parola che gli viene comunicata attraverso un gesto della mano compiuto dal suo istruttore. All’inizio questo movimento serviva per farle ripetere il gesto dello spruzzare l’acqua compiuto da una sua simile. Poi Wikie è stata sottoposta ad un processo di ascolto di 11 suoni. Cinque erano versi di altre orche, sei erano invece parole umane pronunciate dai suoi addestratori. Piano piano l’orca ha capito cosa fare e quando. Ed è stato notato in particolare che ‘hello’ e ‘one, two, theree’ sono stati ripetuti già al primo tentativo”.

Va detto che gli animali sanno sorprenderci in modi molto diversi. Ad esempio negli Stati Uniti c’è un cane che è riuscito a percepire il sussidio di disoccupazione da ben 360 dollari a settimana. Ma c’è una precisa spiegazione dietro a tutto questo. Il proprietario dell’animale, di nome Ryder, ha commentato con ironia di sapere che il suo cane fosse intelligente, “Ma non fino a questo punto”.

A.P.

Guarda il video