Home Social Storie di animali, donna salva Pesce Combattente e ne fa il suo...

Storie di animali, donna salva Pesce Combattente e ne fa il suo amato animale domestico

CONDIVIDI
pesce combattente
Un Pesce Combattente di nome e di fatto: è la storia di Argo

Il Pesce Combattente che è stato salvato da una donna e si è rivelato per quello che è veramente.

Di storie di animali ne sentiamo di tutti i tipi ogni giorno. Alcune sono belle, altre divertenti, altre tristi, altre ancora un pò l’uno ed un pò l’altro. E poi non mancano le vicende che sfociano anche nella curiosità. Quanto accaduto a questo pesciolino invece è riuscito a fare breccia in molte persone in giro per il mondo. Si tratta di un minuscolo esserino confinato, come molti altri suoi simili, in uno stretto recipiente riempito di acqua. Solo che lui si trovava nel retro di un negozio Walmart. Si tratta di un esemplare di Pesce Combattente, lasciato lì praticamente abbandonato a se stesso. Nessuno sembrava prendersene cura e di questa trascuratezza si erano cominciati a notare i segni. Poi per fortuna qualcuno che ha deciso di prendersi cura di lui c’è stato. Si tratta di una tale Victoria Schild, che ha fatto tutto per caso. Si trovava al Walmart soltanto per fare compere. D’altronde parliamo di una nota catena commerciale. Poi però è riuscita in qualche modo a trovare questo pesciolino e le si è spezzato il cuore.

Pesce combattente, lo è stato di nome e di fatto

Alcuni pezzi delle sue pinne galleggiavano in superficie. A quel punto Victoria ha deciso che doveva fare qualcosa. “Mi ero sentita terribilmente triste per questo esserino e ho deciso di impedire che morisse lì dentro. Stava letteralmente marcendo, ero sicura che nel giro della nottata avrebbe perso la vita”, ha detto la Schild ai giornalisti. E così è riuscita a farselo dare, non si sa se tramite un esborso di denaro o meno. Fatto sta che il Pesce Combattente è stato tratto in salvo e ha potuto usufruire anche di un bell’acquario tutto per se. Ma all’inizio le cose non sono state facili. Victoria però non si è arresa e gli ha dato acqua pulita, medicine e cure di tutti i tipi. Nel giro di una sola settimana le condizioni del pesciolino sono migliorate. Il Pesce Combattente ha ricominciato a nuotare guizzante, per esplorare la sua nuova casa. La coda e le pinne hanno ripreso a crescere presentando ben presto un bell’aspetto folto e salutare. E questo ha stupito Victoria, che ignorava delle fattezze molto belle dell’animaletto acquatico che aveva salvato.

“Dobbiamo rispettare le loro vite”

Ad un mese di distanza quel pescetto era davvero irriconoscibile. “Mi ha stupito la sua voglia di vivere” afferma Victoria, che gli ha dato anche un nome. Lo ha chiamato ‘Argo’, in omaggio alla celebre nave degli Argonauti, gli eroi della mitologia greca che andarono alla ricerca del vello d’oro. L’idea le è venuta proprio osservando la coda e le pinne, che le ricordavano delle vele. “Ora è un pesce fantastico”, ha detto la Schild. “Adoro vederlo nuotare, saltare per il cibo, seguire la mia ombra e fare altre cose piene di vitalità. “Ho scoperto che i pesciolini possono essere dei fantastici animali domestici, con i quali stabilire empatia. Bisogna rispettare la loro vita”, conclude Victoria.

A.P.