Home Social WhatsApp: dal 25 maggio sarà vietato ai minori di 16 anni

WhatsApp: dal 25 maggio sarà vietato ai minori di 16 anni

CONDIVIDI

WhatsApp: dal 25 maggio sarà vietato ai minori di 16 anni

Potrebbe esserci a brevissimo giro di poste una novità epocale per quel che riguarda la più popolare app messaggistica del mondo. Fonti ben informate spiegano come WhatsApp, per ottemperare alle nuove normative che entreranno in vigore a partire dal prossimo 25 maggio, stia pensando di procedere all’innalzamento della soglia di età minima per poter fruire del servizio.

Dal 25 maggio entrerà ufficialmente in vigore il GDPR

A Partire dal prossimo 25 maggio entrerà in vigore, tra le nuove regole della legislazione europea, la possibilità di ordinare alle società di servizi Web di richiedere un minimo di 16 anni di età per far iscrivere i loro utenti. WhatsApp starebbe pensando di anticipare tale richiesta, che sembra ormai quasi certa, e potrebbe anche prima di quella data innalzare la soglia minima di età per l’iscrizione, che al momento e quella dei 13 anni compiuti di età.

Cosa accadrà ai fruitori di età compresa tra 13 e 16 anni?

Il Dilemma riguarda ora quella fetta di utenti che utilizza il servizio in età compresa tra i 13 (attuale età minima per l’utilizzo) ed i 16 anni (nuova soglia). Non è chiaro se per continuare a poter utilizzare tale servizio possa essere richiesta un’autorizzazione da parte dei genitori, oppure, nell’ipotesi più funesta, questi possano essere esclusi direttamente dall’utilizzo dell’app. Non resta che attendere comunicazioni da parte della società di proprietà di Mark Zuckerberg.