Home Storie di Fedeltà Adotta un cane ammalato e guariscono insieme

Adotta un cane ammalato e guariscono insieme

CONDIVIDI
Max e Jason

Il rapporto tra uomini e animali si fortifica nella malattia. Ne sa qualcosa una dipendente pubblica dell’Università La Sapienza di Roma che è riuscita ad ottenere due giorni di malattia retribuita. Così è stata vicina al suo cane dopo un intervento piuttosto delicato. La notizia ha provocato diverse polemiche, ma si è trattato comunque di un evento storico. Per tale ragione, quanto accaduto era finito sui giornali di tutto il mondo. E in queste ore un’altra notizia che dimostra il legame tra uomini e animali sta facendo il giro del web.

E’ la storia di Jason, un 44enne che lavorava come massaggiatore e come guaritore olistico nella sua piccola azienda. Un giorno, l’uomo si ammala, iniziando ad avere febbre alta e malnutrizione. Il recupero sembra essere davvero difficile e Jason passa molto tempo a casa. Durante la convalescenza, su Facebook vede la foto di un cucciolo appena arrivato al rifugio per animali. L’animale lo incuriosisce e così si arma di forza di volontà e di una bici e lo va a trovare.

L’innamoramento per quel cucciolo indifeso

Jason si innamora di questo cucciolo minuscolo, poi scopre che aveva una malattia contro la quale aveva lottato appena nato. Una malattia che di solito non lascia scampo ai cuccioli di cane, in quanto non hanno ancora un sistema immunitario sviluppato. L’iter per l’adozione del cane dura alcuni mesi, ma alla fine Max – così viene ribattezzato – entra in casa di Jason.

A quel punto, si danno sostegno reciproco per sopportare al meglio la fase di convalescenza che per entrambi non sembra voler andare via. Jason racconta: “Siamo sincronizzati ora, quando mi vede preparare da mangiare, anche lui vuole il suo cibo”. Il 44enne non aveva mai avuto a che fare con un cane come animale domestico e in un certo senso è stato anche difficile, proprio perché Max aveva bisogno di continue cure. Ora però può raccontare un’esperienza positiva per entrambi: “Io curavo lui ma in realtà ci stavamo curando insieme”.

Il legame tra i due è divenuto straordinario e si continua a consolidare. Adesso sia Max che Jason stanno bene e la loro storia di amicizia nata quasi per necessità ha sempre più l’aspetto di un legame indissolubile.

 

GM