Home Storie di Fedeltà “La mia cagnetta mi ha salvato da un incendio. Le devo la...

“La mia cagnetta mi ha salvato da un incendio. Le devo la vita”

CONDIVIDI
(repertorio, Vigili del fuoco)

“La mia bimba pelosa mi ama, ha un rapporto con me ben chiaro, da anni dividiamo lo stesso tetto e tutto il mio tempo libero lo dedico a lei”, comincia così il racconto di un uomo, ripreso dal portale bigodino.it. L’uomo ha spiegato come la sua cagnetta l’abbia salvato da un incendio. Prosegue la testimonianza: “Quella mattina ero al piano di sopra, stavo sistemando delle cose e avevo anche lo stereo acceso. Ma la mia cagnolina ha interrotto quella bella armonia di lavoro”.

La cagnetta a quel punto “è entrata nella stanza come un fulmine, abbaiava verso di me, si sedeva e continuava ad abbaiare, poi ha fatto un salto verso di me”. Sottolinea l’uomo: “Ho pensato volesse giocare ma le ripetevo che non era il momento e che io avevo da fare, di solito capisce tutto…”. L’uomo non capisce l’imminente pericolo: “Ho detto che dopo l’avrei portata al parco ma non adesso… Lei non ne voleva sapere, mi ha fissato e mi ha dato un morso leggero al polpaccio. Sono rimasto di stucco ma allo stesso tempo ho pensato che volesse dirmi qualcosa ma in casa non c’era nessuno…che cosa poteva succedere!”.

Soltanto quando l’uomo si decide ad assecondare la richiesta della cagnetta, si rende conto di quanto sta accadendo: “L’odore forte si sentiva per le scale, sono andato giù e lei abbaiava, la cucina stava andando a fuoco!”. Quando intervengono i vigili del fuoco, la casa è in gran parte distrutta: “Quando ho raccontato ai pompieri di cosa la mia Miss aveva fatto loro non si sono meravigliati…”, dice l’uomo, che deve davvero ringraziare il suo angelo custode.

Come l’anziana salvata al Mugello

La vicenda è simile a quella che ha visto protagonista un’anziana, salvata lo scorso 18 ottobre a Vicchio, nel Mugello, in provincia di Firenze. Secondo quanto ricostruito, durante la notte, è spiccato un incendio nella camera da letto della signora la quale non si era resa conto di nulla. Il cane dei vicini si era accorto del fumo e probabilmente del pericolo imminente, abbaiando in modo strano fino a quando non ha svegliato la donna che stava riposando. Nel frattempo, il comportamento anomalo del cane ha preoccupato i padroni che si sono accorti di quanto stava accadendo e hanno provveduto a chiamare immediatamente le forze dell’ordine e i pompieri.

Un’esperienza davvero forte che come in altre occasioni dimostra la fedeltà dei cani e il loro forte intuito che li porta a prevenire i pericoli. Non a caso, non si escludono facoltà extrasensoriali degli animali che grazie ai loro sensi riescono a sentire e a percepire elementi impercettibili agli umani.

 

GM