Home Storie di Fedeltà Cane fedele veglia per 27 ore un anziano caduto in un dirupo...

Cane fedele veglia per 27 ore un anziano caduto in un dirupo a Roma

CONDIVIDI
anziano in un dirupo
Cade nel dirupo, il suo cane lo veglia (repertorio/Vigili del fuoco)

Una bellissima storia di fedeltà, che dimostra l’amore dei cani per le persone: cane fedele veglia per 27 ore un anziano caduto in un dirupo a Roma.

Nei giorni scorsi, vi sono stati diversi casi di anziani che si sono allontanati da casa, a Roma, in compagnia del proprio cane e poi non hanno più fatto ritorno. La trasmissione televisiva ‘Chi l’ha visto?’, che si occupa di casi di persone scomparse, ne ha dato notizia, contribuendo alle ricerche. Il caso più grave riguarda un uomo di 72 anni, residente, nella Capitale. Questi era sparito martedì mattina ed è stato salvato il giorno dopo dal personale dell’Associazione di volontariato “Giannino Caria”, che ha coaudivato le ricerche disposte dalla Prefettura di Roma e coordinate dal Commissariato di Polizia Aurelio competente per territorio.

Leggi anche –> Veglia il padrone precipitato nel dirupo

Le ricerche dell’anziano scomparso

L’uomo, da quanto si è appreso, si era infatti allontanato dalla sua abitazione di via Decio Azzolino, nel quartiere romano di Primavalle. Aveva voluto fare la solita passeggiata al suo cane in un’area verde non distante. Non è ancora chiaro come l’uomo abbia perso l’equilibrio scivolando in un dirupo. Fatto sta che nella zona è presente una folta vegetazione costituita anche da cespugli spinosi, che ha letteralmente inghiottito l’anziano insieme al cane. I familiari non vedendo rientrare il 72enne hanno deciso di far scattare l’allarme.

Così è stato attivato il Piano provinciale per la ricerca delle persone scomparse coordinato dalla Prefettura e diretto sul posto dagli uomini del Commissariato di PS Aurelio. Per cercare l’anziano scomparso, sono state impiegate anche unità cinofile della Protezione Civile regionale appartenenti all’Associazione di Volontariato “Giannino Caria”. Questi hanno messo a disposizione cani da ricerca in superficie e squadre specializzate in ricerca e soccorso (SAR). Si è cercato innanzitutto nelle aree dove l’uomo abitualmente stazionava e dopo ore, mercoledì pomeriggio, gli uomini della Protezione Civile regionale sono riusciti a individuare l’anziano nel dirupo dove era precipitato.

Leggi anche –> Disperso insieme al suo cane: interviene il Soccorso alpino

Le condizioni dell’anziano e la fedeltà del suo cane

Si tratta di un luogo particolarmente impervio, con vegetazione spinosa e scosceso. Per questo, le operazioni di recupero dell’anziano che hanno impegnato, in aggiunta alle unità cinofile, anche le squadre della Protezione Civile specializzate nelle attività di recupero e soccorso, sono state molto complesse. Intorno alle 20.00, l’uomo è stato portato in sicurezza e affidato alle cure dei medici del 118.

L’anziano è stato immediatamente trasportato in codice rosso al Policlinico Gemelli. Ha escoriazioni su gran parte del corpo dovute alla caduta. Inoltre ha patito molto per la prolungata immobilità e le basse temperature notturne. Per 27 ore non si sono avute sue notizie, ma in tutto quel tempo è stato vegliato dal suo fedele animale, un bellissimo meticcio di nome Johnny.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI