Home News La mucca Simon e la tartaruga Leonard: un’amicizia speciale

La mucca Simon e la tartaruga Leonard: un’amicizia speciale

CONDIVIDI
mucca-tartaruga
@wfft

Un’amicizia davvero particolare tra due esemplari di specie totalmente diversa che hanno imparato ad interagire, condividendo le loro giornate al Wildlife Rescue Centre WFFT, un centro di recupero di Fauna selvatica situato a Tambon, in Thailandia.

Una coppia veramente speciale, quella della mucca Simon e Leonard, una tartaruga africana, appartenente alla specie, Centrochelys sulcata.

Lo staff del centro racconta che Simon è arrivata nel mese di febbraio in una situazione di emergenza in quanto era rimasta intrappolata nel filo di ferro di una vigna mentre la madre era rimasta al suo fianco, cercandola di aiutare. Simon ha riportato delle lesioni gravi ai posteriori uno dei quali è stato in parte amputato.

Leonard, invece, era una tartaruga dello Zoo di Bangkok, approdata nel centro nel 2013, quando venne chiuso lo zoo.

Fin da subito, Simon ha conquistato il personale del WFFT  che ha deciso di curarlo, ospitandolo temporaneamente per poi trasferirlo presso un’altra struttura con altre due mucche salvate. Ma l’amicizia che ha creato con Leonard ha sorpreso tutti: si seguono a vicenda, pascolano e dormono insieme. Ormai i due amici sono diventati inseparabili. Ecco perché i volontari e lo staff del centro faunistico hanno deciso di tenere Simon con Leonard e lasciare intatta questa dolce amicizia che sta iniziando a fare il giro del mondo. Ora tutto lo staff si augura di preservare questo legame.

Una storia davvero incredibile e veramente insolita, come quella tra una giraffa e un coniglio di cui abbiamo parlato recentemente. Fatti che ci portano ad interrogarci da un punto di vista etico sulla dominazione dell’uomo che si fonda su concetti specisti: ovvero la supremazia dell’uomo sugli animali, considerati esseri non coscienti, per cui tutto è lecito, come la violenza istituzionalizzata del maltrattamento nei macelli.
Ecco alcune immagini che fanno capire il contrario..
.

Per maggiori informazioni consultare il sito del centro Wfft