Home Storie di Fedeltà Maise e Keller: nati con gli stessi difetti genetici, sono inseparabili

Maise e Keller: nati con gli stessi difetti genetici, sono inseparabili

CONDIVIDI
Maise e Keller

Una coppia di cani che non possono né vedere né sentire, Maise e Keller, hanno una strana abilità nel tenersi vicini l’uno all’altro. La loro vicenda è raccontata dal portale The Dodo. “Onestamente, sembrano solo sapere di avere qualcosa in comune”, dice Kathryn Woodward, la donna che si prende cura di loro nella sua casa in Sud Carolina. Quindi aggiunge: “So che sembra pazzesco ma sono stati i migliori amici fin dal primo giorno”.

Forse perché, pur provenendo da percorsi di vita diversi, condividono la stessa tragedia: entrambi erano considerati inutili per essere nati in un certo modo. I cani – Maise è un pastore australiano e Keller è un alano – hanno un handicap chiamato doppio merle. Si tratta di un’anomalia genetica: chi ha un doppio merle, può presentare una serie di disabilità fisiche, che vanno da quelle meno evidenti a quelle più evidenti. Di solito, la malformazione deriva da abusi perpetrati ai danni dei cani che li hanno concepiti.

Non sorprende quindi che entrambi questi cani provenissero da allevamenti, un’industria focalizzata sulla produzione di quanti più cuccioli possibile da mettere in vendita. Maise aveva solo 4 settimane quando la famiglia della Carolina del Nord che l’ha comprata si è resa conto che fosse sorda e cieca. Un particolare che l’allevatore che l’ha venduta ha pensato bene di non menzionare.

Chi ora si prende cura di lei spiega: “La famiglia ha capito subito che c’era qualcosa che non andava, così l’hanno messa in vendita attraverso una pagina Facebook”. Il fatto è che, quando la Woodward vide l’annuncio, non era così sicura che Maise avrebbe trovato quella “casa buona”. Inoltre, a differenza della prima famiglia di Maise, la Woodward sapeva tutto sui cani sordi e ciechi. Dopotutto, ne aveva uno suo, Keller. Quando la donna ha portato a casa Maise ad agosto, Keller è diventato subito un fratello adottivo. Sicuramente presto la cagnetta dovrà trovare una famiglia che si occupi in pianta stabile di lei. Ma intanto potrà contare sugli insegnamenti ricevuti in questi mesi da Keller.

Cieco, resta incastrato in un tubo

Nei giorni scorsi era emerso il video di un cane salvato dai vigili del fuoco a Castelleone, una frazione del comune di Deruta, situato in provincia di Perugia. Nelle immagini, si vede l’animale, un quattrozampe colpito da una grave condizione di cecità permanente, venire liberato dopo che si era incastrato casualmente ed in maniera molto sfortunata all’interno di un tubo. A fare la festa al cane salvato c’è anche l’altro quattrozampe di proprietà dell’uomo che aveva avvisato i pompieri.

GM