Home Storie di Fedeltà Piero muore alla vigilia di Natale: la sua Luna lo accompagna anche...

Piero muore alla vigilia di Natale: la sua Luna lo accompagna anche in Chiesa

CONDIVIDI
Piero Luna
Piero Mozzicafreddo e Luna

Piero Mozzicafreddo scompare di casa e muore alla vigilia di Natale: la sua Luna lo accompagna anche in Chiesa ai funerali.

Qualche settimana fa, aveva fatto molto clamore la vicenda di Sully, il cane di George Bush sr., ex presidente Usa. La foto del cane che veglia la bara del suo padrone, coperta della bandiera americana, ha fatto il giro del mondo. Si tratta di un cane da servizio che negli ultimi tempi era stata affiancata a Bush, colpo dal morbo di Parkinson. Un animale addestrato, insomma, che però ha palesato la sua tristezza di fronte al lutto.

Per saperne di più –> CLICCA QUI

I funerali di Piero Mozzicafreddo: Luna in prima fila

Ma non c’è solo quello scatto divenuto virale: la fedeltà tra cani e i loro proprietari, che va avanti anche dopo la morte, si palesa soprattutto nella quotidianità. Come nel caso di Piero Mozzicafreddo, l’82enne deceduto alla vigilia di Natale, rinvenuto cadavere in un’area adibita a parcheggio per il ristorante la Vecchia Pesca, lungo la Flaminia, ad Ancona. Il suo cane Luna, un breton di quattro anni, era con lui e l’ha vegliato tutta la notte. Quindi all’arrivo di una pattuglia dei militari dell’Arma dei Carabinieri, che stava cercando proprio l’anziano, ha iniziato ad abbaiare, attirando l’attenzione.

Così nelle scorse ore Luna era anche ai funerali del suo proprietario, che si sono celebrati nella Chiesa dei Salesiani. L’animale era in prima fila e osservava la bara del suo proprietario, amorevolmente accudito dalla figlia di Piero Mozzicafreddo, oltre che dagli altri parenti. Il parroco stesso ha ricevuto Luna in chiesa, evidenziando in tal modo proprio l’amore tra proprietario e cane. La cagnetta era stata adottata dal canile di Jesi e Piero l’ha sempre amata, facendole dimenticare quel suo passato fatto di ripetuti maltrattamenti. Nei ricordi della figlia dell’uomo, il fatto che la cagnetta “non si staccava più da papà, lo seguiva in ogni stanza della casa, quasi a controllarlo che tutto andasse bene”. E lo ha vegliato non solo nel drammatico momento della morte, ma fino all’ultimo, partecipando alle esequie. Una storia di amicizia che si oppone alle tante che purtroppo sentiamo ogni giorno.

Leggi anche –> Parroco rimprovera non vedente per aver portato il cane guida in chiesa

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI