Home Storie di Fedeltà Storia di Mickey: da randagio a cane poliziotto per un giorno –...

Storia di Mickey: da randagio a cane poliziotto per un giorno – VIDEO

CONDIVIDI
Mickey

I cani che lavorano con agenti di polizia sono diventati piuttosto comuni, ma non tutti i dipartimenti scelgono di lavorare con i cani randagi. Lo sta facendo la polizia di La Vista, nel Nebraska, dove il primo cane a partecipare è stato Mickey, un meticcio bull terrier di 6 anni, il quale è stato messo in servizio per un giorno. L’unica colpa dell’animale, del resto, era di non avere una casa, ma di desiderarla. Così è stato selezionato per un programma chiamato K-9 for a Day.

L’intento delle forze dell’ordine è quello di lavorare in sinergia con i canili, con l’obiettivo di cercare e trovare una sistemazione a randagi e meticci. Questi, infatti, riempiono i rifugi e soffrono la solitudine. “Adoriamo questa partnership”, ha detto Pam, a nome della Nebraska Humane Society. Il capitano di polizia Bryan Waugh ha detto a KETV: “Sembra essere una vittoria per entrambi. Infatti, possiamo definitivamente continuare i nostri programmi con il coinvolgimento della nostra comunità. Inoltre possiamo anche aiutare la Humane Society a trovare una grande casa per un grande cane”.

Un’idea che aveva già sviluppato la polizia di Green Bay, nel Wisconsin. Infatti, il capitano di polizia elenca alcuni numeri: “So che a Green Bay avevano otto cani all’inizio del programma e sono stati tutti adottati. Speriamo di poter aiutare i volontari a trovare una grande casa per Mickey”. Inoltre, l’esperienza al fianco degli agenti di polizia è sicuramente qualcosa di prezioso per chi vive la propria vita in canile, un’esperienza molto stressante. La portavoce della Nebraska Humane Society ha evidenziato come questo sia un modo per i cani di rilassarsi e mostrare la loro personalità.

GUARDA VIDEO

Che fine fanno i cani poliziotto?

Di recente vi abbiamo raccontato di dove vengono ospitati i cani poliziotto a fine carriera. Vengono dati in adozione, ed è così anche qui da noi in Italia. Infatti i quattrozampe addestrati possono trovare ospitalità in genere al poliziotto con cui hanno condiviso diversi anni di esperienza sul campo. Però quando questi non è in grado per i più svariati motivi di prenderlo con se come si fa? Permane sempre l’adozione in tal caso, ma aperta a chiunque inoltri una opportuna richiesta. Occorre infatti visitare il sito web ufficiale della Polizia di Stato, dove sono fruibili al pubblico tutte le schede dei cani adottabili, con nome, età, foto ed altre caratteristiche.

GM