Amorequattrozampe

A spasso col cane, si imbatte in un Varano. Succede nel Modenese

giovedì, 10 agosto 2017

@screenshot

Il periodo estivo fa rima spesso e volentieri purtroppo con l’annosa piaga dell‘abbandono di animali. E non sono soltanto cani e gatti ad essere esposti a questo rischio, pur rappresentando la stragrande maggioranza dei casi. Anche altri esseri, decisamente più esotici, si ritrovano loro malgrado a vedere cambiata da un giorno all’altro la propria situazione. E’ proprio quello che ha scoperto una persona che stava tranquillamente passeggiando con il proprio cane fino a quando non si è imbattuto in un grosso esemplare di varano.

Il rettile, della lunghezza approssimativa di circa 70 cm, fa parte dell’elenco delle specie per le quali è assolutamente proibito il suo possesso in casa. Può essere infatti molto aggressivo e pericoloso, e la sua presenza è anche in grado di veicolare malattie o zoonosi pericolose per l’uomo e non solo. La persona, spaventata come è ovvio che sia in un primo momento, ha allertato immediatamente i Carabinieri Forestali oltre che i volontari del Pettirosso. Proprio loro lo hanno accolto provvisoriamente per alcuni giorni all’interno del loro rifugio, prima che venga portato in una struttura più adeguata. Il ritrovamento del Varano è avvenuto a Torre Maina, in provincia di Modena.

A spasso col cane, gli si para davanti un grosso esemplare di varano

L’animale è stato subito messo sotto sequestro e lasciato qualche giorno al Centro il Pettirosso per espletare le pratiche per il trasferimento ad altra struttura autorizzata ed idonea visto che si tratta di specie esotica. Il varano è stato ritrovato a Torre Maina da un uomo che stava portando il cane a passeggio. Non si esclude, oltre alla possibilità dell’abbandono, anche l’eventualità che il varano possa essere fuggito. Ad ogni modo è da sprovveduti tenere un esemplare del genere in casa.

I volontari del Pettirosso precisano proprio questo aspetto, dicendosi convinti che di sicuro l’animale è stato reperito su canali non autorizzati nel traffico di animali. L’importazione illegale di animali è un altro aspetto contro il quale bisogna lottare. Già in passato il Pettirosso ha recuperato anche boa ed altre specie esotiche di serpenti, oltre a caimani e simili. Una circostanza simile era avvenuta in Brianza una settimana fa. Sempre da parte di un uomo che girava col proprio cane. Ma ad essere avvistato è stato un tipo diverso di lucertolone.

Il Pettirosso – Pagina Facebook


Commenti