Amorequattrozampe

Cina, stupratore di cani malmenato in strada da attivisti animalisti

martedì, 23 agosto 2016

stupratore di cani punito

In Cina un uomo che era solito filmare in streaming le proprie performance sessuali con dei cani è stato denudato e picchiato da una folla inferocita composta da attivisti per i diritti degli animali. L’aguzzino era solito malmenare le sue povere vittime prima di abusarne sessualmente, ed il tutto veniva trasmesso in diretta sul web a migliaia di spettatori. Il luogo del misfatto è la località di Shiling, nei pressi di Chengdu, la capitale della regione del Sichuan posta a sud-ovest della Cina. Da quanto si apprende il maniaco agiva a pagamento ed una volta che gli animalisti si sono accorti di lui lo hanno attirato in una trappola, dapprima parlandogli in chat e poi riscontrando che era effettivamente vero il fatto che seviziasse i cani.

Così questa orribile persona è stata indotta a partecipare ad un incontro dal vivo in una stanza d’albergo appositamente affittata per il faccia a faccia, in quello che era stato mascherato come un meeting con i fan, ma si è trovato davanti una folla inferocita che lo ha subito assalito, denudato e malmenato, come si può osservare da alcune fotografie diffuse su internet.

Gli attivisti che hanno punito il maniaco lo hanno portato in strada senza vestiti e picchiato per diversi minuti, mentre uno striscione campeggiava con delle scritte di protesta che chiedevano al Governo cinese l’introduzione di apposite leggi contro l’abuso degli animali.

Gli animalisti avevano informato preventivamente la polizia; il maniaco è stato successivamente condotto in ospedale, ma non è perseguibile penalmente, stando a quanto riferito dalle autorità locali. Al contrario chi ha condotto l’aggressione sarebbe passibile di reato, ma le forze dell’ordine non hanno attribuito alcun capo di imputazione.


Commenti