Home Non solo Cani e Gatti San Donà di Piave, pony esposti alla pioggia ed al gelo: “È...

San Donà di Piave, pony esposti alla pioggia ed al gelo: “È uno scandalo”

CONDIVIDI

A San Donà di Piave, noto e popoloso comune in provincia di Venezia, sta facendo parecchio discutere quanto denunciato da una deputata del Movimento 5 Stelle. Si tratta della deputata Arianna Spessotto, la quale ha portato all’attenzione dell’opinione pubblica la condizione a suo dire inaccettabile nella quale sono coinvolti dei pony. “Ho avvertito il sindaco Cereser del fatto, alcuni poveri animali si trovano costretti a stare al freddo ed alle intemperie. E senza alcun riparo. Per tenere degli animali come questi, o come mucche o simili, c’è necessariamente bisogno di una stalla”. L’On. Spessotto ha anche inoltrato una formale richiesta ai servizi veterinari dell’Usl 4 ed alla polizia affinché intervengano per aiutare questi poveri animali.

E dice di averli notati per puro caso, transitando davanti al posto dove sono tenuti in questo stato di incuria. “Cercavano riparo dalla pioggia e non possono fare nulla contro il freddo ed il gelo. Il recinto dove si trovano è del tutto inadeguato a fornire un ricovero agli animali“, ha affermato la Spessotto. Che continua: “Sono ormai diverse settimane che questi pony devono dormire a cielo aperto, nonostante il clima per nulla mite. E non è la prima volta che accade, già in passato si sono avute delle segnalazioni per spiacevoli eventi del genere da parte di numerosi cittadini.

Pony senza riparo ed altri sconcertanti episodi di maltrattamento

In estate gli animali vengono esposti al calore cocente del sole, in inverno invece sono esposti al freddo. Il tutto senza alcuna copertura ed un in condizioni igienico-sanitarie ritenute critiche”. La Spessotto dice di aver richiesto alle autorità di intervenire: “Bisogna fare qualcosa con urgenza per aiutare questi poveri pony, ce n’è abbastanza per poter denunciare i loro proprietari per il reato di maltrattamento di animali”. Ma un episodio di maltrattamento ben peggiore è accaduto in Spagna. Qui il Partito Animalista Spagnolo ha denunciato attraverso un apposito video condiviso in rete e sui social quanto di orribile fatto da un gruppo di sette escursionisti che stavano percorrendo Ruta del Cares, che attraversa il Picos de Europa nelle Asturie, in Spagna. Il gruppo ha incontrato un cinghiale lungo il sentiero e in ben sette persone contro un solo animale, lo hanno spinto verso un precipizio dove l’animale è poi caduto nel vuoto. Ora si richiede un intervento con la massima severità da parte di chi di dovere.

FOTO