Home Non solo Cani e Gatti Tigri obese in Cina, ma non c’è niente da ridere

Tigri obese in Cina, ma non c’è niente da ridere

CONDIVIDI

In una riserva naturale della città cinese di Harbin, situata nella parte nordorientale del vastissimo Paese asiatico, alcune tigri stanno attirando da un pò di tempo l’attenzione di turisti e visitatori. Questo a causa della loro enorme stazza, decisamente innaturale per un predatore elegante e spietato quale è solitamente la tigre in natura. Ma i felini ospiti della struttura cinese, visibilmente in sovrappeso, nascondono in realtà una condizione ben lontana dall’essere definita ideale.

Gli animalisti parlano a giusta ragione di veri e proprio maltrattamenti, dal momento che le tigri in questione vengono nutrite con del cibo non adatto a loro ed anche in quantità decisamente eccessive rispetto a quello che è il fabbisogno giornaliero. In più gli animali si trovano a vivere entro uno spazio alquanto ristretto e non hanno la libertà di movimento che invece sarebbe richiesta.

I responsabili del parco minimizzano sulla questione e parlano di processi naturali che tutte le tigri attraversano con l’accumulo di grasso per affrontare l’inverno, che poi verrebbe smaltito al sopraggiungere della primavera. Una spiegazione che però lascia ancora più scettiche le associazioni animaliste che si sono interessate al caso ed osservano da vicino le condizioni di vita delle tigri.

Non c’è alcun dubbio da parte loro che i felini siano trattati con sufficienza e senza troppa competenza, al punto tale da farli ammalare di obesità. Addirittura sarebbe emerso un altro aspetto raccapricciante, e cioè che, pagando, i turisti possono dare da mangiare di persona alle tigri.

Questo non farebbe altro che confermare la piena colpevolezza dei responsabili della struttura. Dalle nostre parti una tigre decisamente più in peso forma aveva invece creato scompiglio in Sicilia: ecco cos’era capitato pochi giorni fa.