Home Non solo Cani e Gatti Torturata da una babygang: gallina salvata dai passanti

Torturata da una babygang: gallina salvata dai passanti

CONDIVIDI
(Facebook)

Sevizie e torture a una povera gallina da parte di una babygang, ma per fortuna arriva una coppia di fidanzati ed evita il peggio. E’ successo a Napoli. La denuncia arriva dal consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli e dal referente provinciale della Lipu, Fabio Procaccini. Questo il loro racconto: “Qualcuno ha detto che sia stata salvata da San Gennaro, ma, senza voler scomodare il Patrono di Napoli nel giorno della sua festa, la storia della gallina, sfuggita a una morte atroce grazie all’intervento di una coppia di fidanzati, merita di essere raccontata”.

La coppia, intervenendo prontamente, ha salvato la gallina da “una babygang di San Giovanni che la teneva legata per il collo”. I ragazzini la facevano “roteare con l’intenzione poi di darle fuoco”. Prosegue la denuncia: “La coppia è intervenuta strappando la gallina alla babygang e ha dovuto anche sfuggire alla rabbia di altri ragazzi che sono sopraggiunti minacciandoli ma per fortuna sono riusciti a fuggire”. Quindi, “su indicazione della Lipu, la coppia ha poi portato la gallina al servizio veterinario del Frullone dove la gallina è ora ricoverata”. Si denuncia ancora: “La barbarie gratuita verso gli animali si somma alle violenze verso le persone”. Entrambe sono “sempre ad opera di piccoli criminali che sono sempre più pericolosi e scatenati”.

Atti osceni contro le galline

Da Nord a Sud, un’altra storia di galline abusate è stata denunciata qualche tempo fa. Siamo in provincia di Padova, dove un pensionato ultrasessantenne si ritrova a processo per una serie di atti osceni compiuti con animali davanti a un pubblico di bambini. I fatti sono avvenuti nel 2014, ma il processo è cominciato solo lo scorso anno. Un ragazzo, vicino di casa del colpevole, uscendo dalla propria abitazione ha visto il pensionato con i pantaloni abbassati.

L’anziano stava facendo movimenti strani con una delle sue galline, movimenti che lasciavano pochi dubbi su cosa stesse avvenendo. Allora il ragazzo gli ha urlato di smettere, data la presenza di alcuni bambini che giocavano nei pressi e che avevano assistito alla triste scena. L’uomo ha così lasciato la gallina, ma a continuato con atti di autoerotismo, noncurante dei bambini che hanno iniziato anche a urlare. Solo l’intervento delle forze dell’ordine ha messo fine a tutto. L’anziano aveva precedenti specifici con ben tre denunce pregresse.

 

GM