Home Non solo Cani e Gatti Volpi nel giardino dell’asilo, i bambini non possono fare ricreazione

Volpi nel giardino dell’asilo, i bambini non possono fare ricreazione

CONDIVIDI
Volpe ©Getty
Volpe ©Getty

Non c’è solo l’emergenza ratti a Roma per quanto riguarda la scuola. Un’altra struttura dell’istruzione, l’Istituto comprensivo del Parco degli Acquedotti, in via Lemonia, zona Cinecittà, è rimasto vittima di un assalto da parte di un branco di volpi. Per i 900 giovanissimi alunni non c’è stato altro da fare che passare la ricreazione in classe anziché poter usufruire del bel giardino antistante. E questo ovviamente per il timore di contatti pericolosi tra i bambini e gli animali, la cui natura è pur sempre selvatica, pur essendo ormai le volpi abituate anche a farsi notare all’interno dell’ambiente urbano.

Si pensa che la loro presenza sia da attribuire agli scarti ed ai rifiuti della mensa depositati nei bidoni della spazzatura situati proprio all’esterno della scuola. Questo potrebbe avere facilmente richiamato le volpi. Una delle mamme coinvolte in questa faccenda afferma che “tutto questo è molto pericoloso. Ho davvero paura che mio figlio possa entrare in contatto od anche diventare oggetto di una aggressione da parte di questi animali. Non è normale tutto questo, e non stiamo certo parlando di gattini…”. Tra i timori più diffusi c’è il rischio che un eventuale morso di volpe possa dare adito al diffondersi di alcune malattie.

Volpi a scuola, la paura dei genitori

Questi mammiferi in particolare sono portatori della rabbia. Tra l’altro hanno anche devastato il giardino scavando diverse buche. La presenza delle volpi era stato segnalato agli uffici tecnici di Roma Capitale e alla Guardia zoofila già durante il corso dell’estate, ed in particolare il 5 agosto, dal personale dell’istituto. Un avviso era arrivato anche sul tavolo della Asl locale. Tutto questo era insomma ben noto molto prima che l’anno scolastico prendesse il via, ma niente è stato fatto finora.

Occorre trovare una soluzione definitiva in grado sia di mettere in piena sicurezza gli alunni che di garantire la totale incolumità agli animali ed alla loro cucciolata. Durante lo scorso mese di giugno, proprio un cucciolo di volpe era stato tratto in salvo ai Castelli Romani. Il piccolo si era spinto fin dentro al centro abitato, giungendo nei pressi di un supermarket. Con tutta probabilità si era perso ed appariva molto spaventato. Gli esperti lo hanno recuperato e rifocillato in quella circostanza.

A.P.