Home Cani Il Boxer: un concentrato di vitalità

Il Boxer: un concentrato di vitalità

CONDIVIDI

boxer2Il Deutscher boxer abbreviato a Boxer affonda le sue radici in Germania: attorno al 1870 un gruppo di cinofili di Monaco di Baviera crearono il loro cane ideale tentando l’incrocio tra il Bullenbeisser e l’Old English bulldog. Nel 1895 fu iscritto ai registri genealogici il primo esemplare di boxer di nome Flocki. Riconosciuto dalla FCI nel gruppo 2, sezione 2 (molossoidi).

CARATTERISTICHE MORFOLOGICHE: Di taglia media, robusto ma anche armonioso ed elegante. La testa è squadrata, con muso corto rispetto al cranio: la proporzione è di 1:2. È un cane prognato, con la mandibola che sorpassa leggermente la mascella: questo tipo di dentatura è un difetto nella maggior parte delle razze canine, ma per il Boxer è prescritta dallo standard. Gli occhi sono scurissimi. Le orecchie, fino a pochi anni fa tagliate a punta, vengono ora lasciate integre e ricadono lungo le guance, girate in avanti; in attenzione ricadono in avanti con una leggera piega. La coda è attaccata alta e portata all’insù. Tradizionalmente era mozzata corta, cosa che avveniva anche per le orecchie, ma in seguito all’Ordinanza Turco gli esemplari nati dopo il 2007 non sono più soggetti a queste amputazioni e conservano coda e orecchie al naturale. Pelo: corto, duro, brillante e aderente. Colore: tigrato, fulvo, bianco (in varie tonalità, dal rosso fulvo scuro al giallo chiaro). Sono ammesse le macchie bianche purché non arrivino a un terzo del colore di fondo. Taglia: maschi 57-63 cm; femmine 53-59 cm.

boxer5CARATTERE E ATTITUDINI: È uno dei cani da difesa più equilibrati e di miglior carattere: dolcissimo con i bambini, che ama tanto da avere la palma di “miglior babysitter a quattro zampe del mondo”, è allegro, giocherellone e amico di tutti, a meno che qualcuno non metta in pericolo la sicurezza del padrone o della sua proprietà. Tratto dallo standard ufficiale: Il Boxer deve essere saldo di nervi, consapevole di sé, tranquillo ed equilibrato. Il suo carattere è di massima importanza e richiede una avveduta cura. Il suo attaccamento e la sua fedeltà al suo padrone e a tutta la casa, la sua vigilanza e il suo coraggio quale difensore sono da tempo famosi. In questi casi diventa un temibile avversario. Il suo addestramento non è facilissimo per il profano, ma in mani esperte dà splendidi risultati; anche se non viene addestrato, comunque, svolge spontaneamente le funzioni di guardiano e difensore, specie dei bambini. Resta socievole e giocherellone fino a tarda età.

boxer4SALUTE E CONSIGLI: Come quasi la totalità dei Molossoidi non è una razza longeva: le patologie gravi più frequenti sono di natura cardio-respiratoria, l’insufficienza renale, i tumori. È una delle razze colpite da mielopatia degenerativa, esiste comunque un test del DNA che consente di individuare i soggetti malati e quelli portatori sani.
Lo standard prevede coda e orecchie integre dal 2001. Può vivere in giardino anche nella stagione fredda, purché disponga di un adeguato riparo, ma preferisce vivere in casa in mezzo alle persone per il carattere estremamente socievole. Non va mai lasciato in macchina al sole, né in giardino senza possibilità di ripararsi all’ombra. In casa non perde pelo, ma sbava un po’: questo è il suo unico lato negativo.

Essendo un cane molto diffuso, è facile trovare cuccioli, ma non sempre si tratta di soggetti selezionati con la giusta attenzione. Per l’acquisto è sempre consigliabile rivolgersi a un buon allevamento, perché i cani non selezionati potrebbero non rivelare il meraviglioso carattere di cui abbiamo parlato, ALTRIMENTI potete rivolgervi ad una delle migliori ASSOCIAZIONI RESCUE della razza: ADOTTA UN BOXER PER LA VITA