Home Cani Cani da caccia affollano i canili: ecco perché adottarli

Cani da caccia affollano i canili: ecco perché adottarli

CONDIVIDI
adozione cani da caccia
Cane da caccia in canile

Adozione cani da caccia

Che siano cani di razza, cani da guardia, di ogni taglia ma basta che siano di moda come i cani molossoidi o da combattimento, tipo pit bull, cane corso, mastini. Chihuahua, bulldogue o carlini. Non fa la differenza. Quando una persona è stufa di sacrificarsi per un animale, non vuole più impegni o non ha più tempo da dedicargli, se ne sbarazza come un oggetto.

Lo stesso destino è riservato ai cani da caccia. Anzi forse per queste razze l’abbandono è forse molto più diffuso. Quando il cane invecchia e non serve più oppure se il cane durante l’addestramento si spaventa dagli spari del fucile e non si rivela  idoneo come i cani da tartufo. I cani vengono “scartati” dai cacciatori.

Ecco perché nei canili è facile trovare cani da caccia soprattutto in alcune stagioni, legate al periodo dell’addestramento, tra la primavera e l’estate. Di norma si tratta di cani vivaci che necessitano fare molta attività. Per questo, spesso e volentieri, le persone non adottano cani da caccia.

Eppure, quello che non viene mai detto è la fedeltà dei cani da caccia e la devozione e la dolcezza nei riguardi del padrone. Un’indole iscritta nel loro codice genetico così come la loro intelligenza. Un cane da caccia si rivela pertanto un ottimo cane da compagnia, il cane ideale da adottare.

Un cane da caccia in canile è un esemplare che ha sofferto molto. Non solo l’abbandono, ma l’addestramento duro, la paura degli spari o il senso di disorientamento nel caso sia sia allontanato troppo e di conseguenza ha perso la strada di casa.

Cani che non hanno mai ricevuto affetto e che di fronte ad una carezza sono disposti a donare tutta la loro anima.

Ci sono diversi gruppi di cani da caccia, spaziando dai segugi, cani da presa, passando per i cani da riporto, da acqua i braccoidi, i retriever o gli spaniel.

Tra le qualità dei cani da caccia anche il fatto che non si tratta di razze aggressive e sono estremamente socievoli. Si tratta di cani un po’ timidi, inizialmente diffidenti, ma una volta che si lasciano andare, posso giocare per ore, senza sosta. Inoltre, si adeguano a molte situazioni, non temono i cambiamenti e anche alla convivenza con altre specie, come ad esempio i gatti.

C.D.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI