Home Cani Per quanto tempo un cane può essere lasciato solo in casa?

Per quanto tempo un cane può essere lasciato solo in casa?

CONDIVIDI

contenuto 100% originale

Per quanto tempo un cane può essere lasciato solo in casa? Una domanda alla quale hanno risposto e si sono confrontati diversi esperti. A differenza dei nostri amati felini domestici che possono tranquillamente restare da soli, con cibo e acqua a sufficienza, i cani hanno bisogno dell’uomo. Il gatto è una specie indipendente che riesce a muoversi in autonomia anche a procacciarsi un po’ di cibo andando a caccia in giardino. Un comportamento ben diverso dai cani i quali non solo dipendono dall’uomo per uscire o il cibo ma anche negli affetti. Un cane arriva a creare un legame così forte con il padrone tanto da arrivare a soffrire di alcune patologie come ad esempio l’ansia da separazione, quando è lontano dal suo amico umano, arrivando a disturbi del comportamento vero e proprio come la distruzione degli oggetti, atteggiamenti ossessivi, leccandosi in modo eccessivo alcune parti del corpo fino alla perdita di appetito.

I nostri compagni a 4zampe hanno bisogno di attenzione e di amore costante e non solo di cibo. Secondo alcuni esperti, i cani non dovrebbero essere lasciati soli per più di tre o quattro ore.  Alcuni cani, come per gli esseri umani, soffrono di meno la solitudine ma di sicuro, tutte le razze amano e hanno bisogno della compagnia, appartenendo ad una specie socievole che vive in branco. Un comportamento che in ogni caso deriva molto anche da come il cane è stato educato da cucciolo.

COSA AIUTARE IL CANE A RESTARE DA SOLO IN CASA

Per abituare un animale a restare da solo, è importante creare un ambiente in cui si sente al suo agio, dove può riposare in tutta serenità, trovare il suo cibo e l’acqua ma anche giocattoli e oggetti da masticare.

Per evitare che il cane soffra di ansia da separazione o di stress provocato dalla solitudine, per chi ha un lavoro a tempo pieno,  è suggerito introdurre un altro simile o un compagno con il quale il cane potrà interagire. Altrimenti, sottolineano gli esperti, sarebbe anche bene, trovare una persona di fiducia che ogni tre/quattro ore possa andare a controllare l’animale, fargli un po’ di compagnia e magari portarlo a fare una passeggiatina.

Nei casi peggiori, in cui non è possibile trovare una soluzione, anche se il cane viene lasciato per nove da solo, l’importante è ritagliare successivamente con lui un po’ di spazio, dedicandogli l’attenzione meritata, portandolo fuori, farlo giocare, accarezzarlo e premiarlo con del buon cibo. Il cane sentirà questo affetto e sarà pronto ad affrontare anche molte ore da solo, pur di avere quel momento di gioia con il suo amato padrone.