Home Cani Piante tossiche per il cane: da quelle ornamentali, a quelle coltivate e...

Piante tossiche per il cane: da quelle ornamentali, a quelle coltivate e selvatiche

CONDIVIDI

cane malato1

A nostra insaputa, i giardini, parchi e boschi celano dei veri e propri pericoli letali per i cani. Difficilmente pensiamo che nel bel mezzo dei prati all’inglese vi siano delle piante tossiche che potrebbero provocare forti allergie, fino a quelle più tossiche come l’oleandro, il ricino e il tasso letali per il cane, anche se ingerite in piccole quantità.

Si tratta di veleni naturali per i quali non ci sono dei veri e propri antidoti, per cui in generale, il trattamento prevede delle terapie mirate all’intossicazione (clicca qui per Come intervenire in caso di avvelenamento del vostro cane). Molto spesso, i cani più giovani, curiosi di andare alla scoperta del mondo, tendono ad acchiappare le cose con la bocca, ingerendo queste sostanze nocive presenti in piante, foglie, fusti o bulbi.

Questo tipo di piante tossiche sono molto più comuni di quanto si possa pensare e sono presenti ovunque sia nelle campagne che nei parchi cittadini, così come negli appartamenti come piante ornamentali. In ogni modo, nella maggior parte dei casi, l’intossicazione avviene dopo l’ingestione di una grande quantità di quel tipo di pianta e ci sono dei sintomi che si possono facilmente individuare che consentono d’intervenire e curare tempestivamente l’animale.

Ecco allora una lista di piante tossiche per i nostri compagni a4zampe, suddivise in piante ornamentali, piante coltivate e piante selvatiche.

clicca successiva