Home Cani Razze di cani Mastino napoletano

Mastino napoletano

CARATTERE

Un cane estremamente equilibrato, mai inutilmente aggressivo. Vigile e intelligente, il suo aspetto fiero nasconde una personalità nobile. Dolce e sicuro con i bambini, diventa terribile solo se provocato. È esclusivamente un cane da guardia, oltre che da compagnia e da esposizione. Ha bisogno dei suoi spazi, della sua dimensione ma vuole sempre l’affetto delle persone che difendere fino alla morte.

CARATTERISTICHE

Tipo d’impiego: cane da guardia e difesa – Taglia: Gigante – Vita Media: 10-12 anni – Altezza: Maschio 65-70 cm Femmina 60-68 cm – Peso: Maschio 60-70 kg Femmina 50-60 kg.

ASPETTO GENERALE

Un cane di grossa taglia, molossoide, con caratteristica pelle spessa e rugosa, ricoperta di pelo raso. Robusto e nelle proporzioni è più lungo che alto.

TESTA E COLLO

La testa è enorme e corta, con cranio rotondo ma appiattito tra le orecchie, muso diritto, stop marcato, tartufo voluminoso, labbra abbondanti e pendenti. Gli occhi sono ben distanziati tra loro, con rima palpebrale che tende al tondo e, a causa della pelle sopracciliare abbondante non bene aperta, appare ovale. Le orecchie sono piccole in rapporto alla mole del cane, di forma triangolare, inserite molto al di sopra dell’arcata zigomatica Il collo è muscoloso con una giogaia accentuata dalla pelle cadente sul collo.

TRONCO E CODA

Tronco muscoloso, forte e possente. Dorso largo corrisponde circa ad 1/3 dell’altezza al garrese. Petto largo, con muscoli pettorali sviluppati. La coda ha la base larga, grossa alla radice e leggermente più affusolata nella parte terminale. A riposo, la coda è pendente, in azione è orizzontale o supera di poco il dorso.

ARTI

Gli arti anteriori sono robusti, con un’ossatura forte e ben proporzionata al corpo. Spalle lunghe, con braccia leggermente oblique e i gomiti ricoperti da abbondante pelle. I posteriori potenti e robusti, con le cosce lunghe e muscolose. Metacarpi piatti, con piedi rotondi e voluminosi. Le dita arcuate e ben divise tra loro. I cuscinetti sono duri. I piedi posteriori sono più piccoli di quelli anteriori.

PELO

Pelo denso, uguale di lunghezza, uniformemente liscio, fine, raso, della lunghezza massima di 1,5 cm.

MANTELLO

Colore: preferiti il piombo, il nero, il grigio. Talora con piccole macchie bianche al petto e sulla punta delle dita. Tollerati il nocciola, l’isabella e il tortora. Tutti i mantelli possono essere tigrati.

CENNI STORICI

Il mastino napoletano è una razza canina che deriva dai molossoidi rustici, diffusi nelle campagne delle regioni meridionali italiane. La razza è discendente diretta dei grossi molossi assiro-babilonesi, diffuso poi dai Romani in tutta Europa. Al tempo della Seconda guerra mondiale la razza arrivò vicinissima all’estinzione: fu recuperata e salvata nel 1946 dallo scrittore e cinologo Piero Scanziani, che la ricostruì partendo dai pochissimi soggetti rimasti.

STILE DI VITA

Non è una razza adatta a vivere in appartamento o in spazi troppo piccoli.

PATOLOGIE

Soffre il freddo. L’alimentazione va tenuta sotto controllo perché tende ad ingrassare e sbava parecchio. Tra le patologie: displasia dell’anca, cardiopatie congenite e atrofia Progressiva della Retina.

PADRONE IDEALE

Il padrone deve essere autoritario senza utilizzare metodi troppo aggressivi in quanto è intelligente e docile con il padrone. Deve essere educato nei confronti di estranei e altri animali. è un cane estremamente docile e ubbidiente con il padrone e i membri della sua famiglia bambini compresi, verso cui ha un innato istinto di protezione.