Home Cani Razze di cani Piccolo segugio della svizzera: razza, caratteristiche, carattere e salute

Piccolo segugio della svizzera: razza, caratteristiche, carattere e salute

DESCRIZIONE

Il Piccolo Segugio Svizzero è un esemplare robusto, dall’ossatura massiccia, con un portamento nobile e signorile nonostante sia un gran cane da caccia. L’olfatto e la voce lo rendono speciale e molto apprezzato dai cacciatori. È un segugio polivalente, si adatta a qualunque terreno e qualsiasi preda selvatica. Della sua razza possiamo individuare quattro tipi diversi: del Bernese, del Giura, del Lucernese e il classico Piccolo segugio svizzero. Oltre cane da caccia è anche un compagno per tutta la famiglia con un temperamento vivace, solare, spigliato e allegro. Docile e dolce con i bambini e riesce a fargli da guardia. socievole con gli estranei e questo non gli permette di essere un guardino della proprietà. Intelligente e fedele al padrone. Adatto per gli sportivi e persone attive, infatti agli anziani non si consiglia e non può essere una prima adozione per gli inesperti con i quattro-zampe.

CARATTERISTICHE

  • Tipo d’impiego:Cane da caccia
  • Taglia:Medio-Piccola
  • Vita Media:12-14 anni
  • Altezza maschio:35-43 cm
  • Altezza femmina:35-43 cm
  • Peso maschio:8-15 Kg
  • Peso femmina:8-15 Kg
  • Riconoscimento:ENCI

CARATTERE E STILE DI VITA

Il Piccolo segugio della Svizzera oppure chiamato Petit courant schwytzois è un cane eccezionale nel suo lavoro da cacciatore, riesce ad adeguarsi a qualunque tipo di terreno e qualsiasi specie di preda. È capace di cacciare anche da solo, ma ha bisogno anche di stare a contatto con altri che siano i suoi simili o persone umane. Il suo olfatto è fenomenale, tanto fine da essere capace nel seguire le piste di sangue. La sua tonalità di voce è così armoniosa da allerta in fretta il proprietario. Risulta agile, scattante e resistente. Nella vita quotidiana in casa, da non lavoratore, risulta tranquillo, sereno e mai aggressivo. Non ha paura dei pericoli, ma essendo socievole con le persone non è adatto per fare la guardia, tanto da non essere diffidente con gli estranei. Un cane per tutta la famiglia, da compagnia per gli adulti e da baby-sitter per i più piccoli. Quando sta con il padrone adora fare giochi che stimolano l’olfatto e la ricerca. Si adegua in qualsiasi luogo, ma stare in un piccolo appartamento non è la miglior soluzione, si consiglia di farlo stare in campagna o in una casa con giardino dove può sfogare la sua energia e correre in ampi spazi. Attenzione al suo istinto, può inseguire una pista se ne sente l’esigenza e questo lo porta ad allontanarsi da casa con molta facilità, infatti è indicato recintare il perimetro in cui vive per evitare la fuga. I cambiamenti climatici sono un problema poiché in estate deve poter fare meno attività fisica per il troppo caldo. La soluzione è quella di farlo camminare nelle prime ore del mattino o in tarda serata. In inverno riesce a vivere all’esterno ma deve poter avere una cuccia in cui ripararsi dalle intemperie. Essendo un cacciatore nato, vede qualsiasi cosa come una preda, ma i felini che sono stati con lui fin dalla nascita possono vivere al suo fianco senza nessun pericolo. Visto che lavora anche altri cani può coabitare con i suoi simili senza avere grosse difficoltà.

PREZZO

Questa razza da caccia non ha un costo elevato, infatti oscilla dai 600 agli 800 euro in base alle origini, al sesso e all’età. Il budget per il sostentamento mensile è di circa 30 o 35 euro. 

ASPETTO GENERALE

Come possiamo vedere dal nome è una taglia minore rispetto al classico segugio svizzero. Forte di corporatura, con un portamento fiero. Dall’espressione dolce è un cane aggraziato e semplice. Quando l’andatura è il trotto i movimenti sono sciolti e leggeri, viceversa se sta al galoppo è energico e vigoroso. In entrambi i casi gli arti si muovono in parallelo.

Piccolo segugio svizzero cucciolo
Piccolo segugio svizzero cucciolo

TESTA E COLLO

La testa è snella con cranio leggermente bombato. Lo stop è leggermente marcato con tartufo con narici grandi e di colore nero. Gli occhi sono di forma ovale, poco distanziati tra di loro, con tonalità scure. Le orecchie hanno attaccatura bassa, pendenti su i lati ma senza coprire il volto. Il collo è delicatamente lungo, molto leggero, senza giogaia ma con una pelle molto distesa.

TRONCO E CODA

Il tronco ha linea superiore armoniosa con dorso diritto. Il rene è vasto con groppa che scende delicatamente sulla coda. Il torace è grande e disceso con cassa toracica larga e costole cerchiate. La coda ha attaccatura bassa, dalla base alla punta risulta massiccia con tanto pelo ma senza pennacchio.

ARTI

Gli arti anteriori sono robusti, muscolosi e perpendicolari al suolo. Hanno spalla forte con scapole attaccate alla parete toracica. Il braccio ha quasi la stessa lunghezza della scapola con gomito contiguo al corpo. L’avambraccio è robusto e asciutto. Gli arti posteriori hanno ginocchio e garretto angolati e coscia di buona lunghezza. Il garretto è massiccio con una buona angolazione. I piedi hanno forma rotonda, ben uniti tra di loro con dita raggruppate e corte.

PELO E MANTELLO

Il pelo non è omogeneo su tutto il corpo, può essere: a pelo liscio, quindi corto, brillante e ben disteso. A pelo duro ossia ruvido e flessibile con poco sottopelo. Il i colori del mantello ha quattro varietà in base al tipo di segugio: il piccolo segugio del Bernese; il piccolo segugio del Giura; il piccolo segugio del Lucernese e il  piccolo segugio Svizzero.

PADRONE IDEALE

Non tutte le persone possono adottare questa razza Svizzera perché la sua energia e vivacità non corrisponde ad un pantofolaio o un anziano sedentario. Si preferisce un proprietario sportivo che lo stimoli fisicamente e lo faccia praticare degli sport canini come: canicross, caccia, ricerca, escursioni, agility ecc… Deve poter correre e stare in movimento sempre essendo un cane da caccia. Anche se non si è sportivi, per stare con questo cucciolo occorre essere dinamici e disponibili. Non è adatto ai novizi in quanto inesperti con i quattro-zampe. Gli snack ricompensa sono graditi, ma non sono sufficienti per poter addestrare questa razza. Agli inesperti potrebbe aiutare il fatto che il cane è legato al padrone e quindi facilita un po’ la fase di addestramento. E’ necessario insegnargli stare al guinzaglio mentre si passeggia, oppure socializzare con altri e non solo con il proprietario, ed infine ma non ultimo, imparare il richiamo del padrone. Per poter sopportare le assenze dei padroni deve essere stato abituato in modo progressivo fin da cucciolo, in modo tale da poter reggere la noia e non diventare distruttivo durante le lunghe assenze. Se si volesse evitare questo scenario sarebbe facile da trasportare date le sue dimensioni e quindi sarà un gioco da ragazzi viaggiare al suo fianco.

ALIMENTAZIONE

Questa razza deve poter fare tanto esercizio fisico per soddisfare le sue esigenze senza poter ingrassare. Si consiglia di farlo mangiare una volta al giorno una razione di crocchette di alta qualità, preferibilmente di sera per evitare di stare a stomaco pieno durante le battute di caccia.

TOELETTATURA

Il pelo di questa razza è diviso in quattro tipo ma tutti non hanno bisogna di una toelettatura, occorrono solo delle spazzolate fatte in maniera settimanale. Durante tutto l’anno la caduta del pelo è regolare.

PATOLOGIE

Questa razza non risulta predisposta a patologie particolari anzi non vi è alcuna patologia nota, ma come qualsiasi altro cane deve essere tenuto sotto regolare controllo veterinario e correttamente vaccinato.

CENNI STORICI

Proprio agli albori di un secolo fa in Svizzera si iniziarono ad introdurre delle riserve per la caccia, in quanto i segugi svizzeri di media taglia erano troppo veloci per quelle zone, ed ecco che si decise di rimpiazzarlo con una nuova razza di segugi più piccoli. Venne creata in modo selettivo con i giusti incroci tra le varie razze per dare al Piccolo segugio delle Svizzera, una taglia di dimensioni ridotte, un mantello che riproduce le quattro varietà di colore dei segugi svizzeri, un tono di voce adatto per la caccia e seguire il proprio fiuto. La sua provenienza deriva proprio dal segugio delle Svizzera di taglia maggiore. La taglia piccola si distingue in quattro tipi diversi in base al pelo e al colore del mantello, possiamo vedere come: Piccolo segugio bernese è tricolore, a pelo corto e pelo duro; Piccolo Segugio del Giura a pelo liscio; Piccolo Lucerne mantello bianco liscio punteggiato di grigio o nero; Piccolo segugio di Svitto mantello bianco liscio con macchie dal giallo-rosso al rosso-arancio. Il primo Club svizzero del Piccolo Segugio è stato fondato il 1° giugno 1905.

NOMI

Questo cane sembra che non abbia pelo ma solo la pelle ben aderente al corpo, in realtà il pelo è molto raso. Per dargli un nome adatto abbiamo preferito scegliere tra le varie possibilità che le 24 lettere dell’alfabeto propongono. Qui potete trovare la lista per il nome al vostro amico a quattro-zampe.

  • Femmina: Soapy e Shala
  • Maschio: Sparrow e Spaz

CHICCHE

Franz Rudolf Frisching era un nobile patrizio, diventato politico, industriale e ufficiale della capitale della Svizzera, Berna. Nel 1785 venne dipinto da Jean Preudhomme in uniforme di ufficiale del Corpo dei cacciatori bernesi con accanto un esemplare di Piccolo segugio della Svizzera.