Home Cani Salute dei Cani Miastenia nel cane: cause, sintomi, diagnosi e terapia della malattia

Miastenia nel cane: cause, sintomi, diagnosi e terapia della malattia

Miastenia nel cane, una patologia che può avere gravi conseguenze nell’animale colpito. Vediamo che cosa la provoca, quali sintomi si presentano e come si può curare.

Miastenia nel cane
Fido è malato (Foto Canva – amoreaquattrozampe.it)

Quando il proprio affettuoso peloso domestico si ammala, è sempre una sofferenza, presi dal panico che possa avere qualcosa di grave. Non sempre, infatti, i disturbi che colpiscono l’animale sono cose da niente, e allora bisogna conoscere cosa sta attraversando. Vediamo, insieme, che cos’è la miastenia nel cane e come curarla.

Miastenia nel cane: possibili cause e sintomi tipici

Si tratta di una patologia grave le cui cause sono anche difficili da individuare. Di questo disturbo, però, si conosce il meccanismo con il quale si sviluppa nell’animale. Leggiamo meglio nell’articolo.

Il cane e la miastenia
Bau soffre di una malattia (Foto Unsplash – amoreaquattrozampe.it)

Non è possibile definire l’amore che si prova per il proprio animale domestico. Così come è difficile spiegare la preoccupazione per lui, per la sua salute delicata e il suo benessere quotidiano.

Nell’esistenza del cane, purtroppo, esistono dei problemi che possono verificarsi senza avvisare, colpendolo all’improvviso come un fulmine a ciel sereno.

Eppure, con il sostegno del suo padrone e del veterinario è possibile combattere qualunque male decida di affliggerlo. In particolare, c’è una malattia grave su cui si studia tanto ancora.

Si possono sviluppare, in Fido, malattie comuni ma anche problematiche più serie e di cui si sa ancora poco. Una di queste è la miastenia nel cane. Ma che cos’è nello specifico?

Parliamo di una condizione immuno-mediata a cui sono predisposte alcune razze canine (Pastore tedesco, Labrador Retriever, Golden Retriever, Alano, Terranova, Akita).

Ciò significa, in parole semplici, che il sistema immunitario del cane non risponde in maniera normale e, di conseguenza, si sviluppano dei sintomi.

La miastenia è un problema muscolare che può avere tre cause principali, ovvero:

  • Congenita: la patologia è presente sin dalla nascita e non si può fare nulla per curarla.
  • Acquisita: ciò indica che, in un momento della sua vita, gli anticorpi attaccano i recettori per l’acetilcolina (ACh), provocando il disturbo.
  • Reazione al cancro: si verifica quando quest’altra malattia è presente in uno degli organi dell’animale.

Se diminuiscono i recettori per l’acetilcolina, si interrompe la trasmissione di segnali tra i nervi e i muscoli.

I sintomi della miastenia nel cane

Questa patologia così particolare presenta subito il sintomo di una profonda debolezza muscolare nel cane. Di solito, i pelosi più colpiti sono quelli che hanno più di 1 anno di età.

Proprio perché il cane non riesce a muovere i muscoli, la debolezza riguarda tutto il corpo, quindi troviamo sintomi quali:

  • Affaticamento;
  • Difficoltà nei movimenti anche semplici;
  • Debolezza dell’esofago e conseguente dilatazione;
  • Difficoltà a deglutire;
  • Il cane sbava sempre;
  • Difficoltà ad abbaiare;
  • Difficoltà a sbattere le palpebre;
  • Difficoltà nella masticazione.

Come si può leggere, la miastenia nel cane comporta gravi problemi di salute e molta sofferenza, in tutti gli aspetti della sua vita, dal risveglio al momento del riposo notturno.

Potrebbe interessarti anche: Rickettsia nel cane: cause, sintomi, diagnosi e cura della malattia

Fido e il suo disturbo: diagnosi e terapia

Per questa malattia così complessa, esistono dei metodi per effettuare la diagnosi, anch’essa piuttosto difficile e impegnativa. Ecco in cosa consiste e qual è la terapia per i sintomi presenti.

La malattia nel peloso
Cagnolino è stanco (Foto Pexels – amoreaquattrozampe.it)

Una malattia così invalidante e dolorosa richiede, purtroppo, dei metodi diagnostici piuttosto costosi ma che possono aiutare la vita del cane che ne soffre.

Esiste un test ritenuto ottimo per la miastenia, chiamato Gold Standard, un test immunologico che permette di individuare gli anticorpi nel sangue che vanno contro i recettori.

Attraverso un microscopio, è possibile segnare questi anticorpi così che, poi, tramite una biopsia si possa prelevare il siero di un cane malato venga messo sul muscolo di un cane sano.

SEGUICI ANCHE SU: FACEBOOK | TIKTOK | INSTAGRAM | YOUTUBE | TWITTER 

Osservando bene al microscopio, si potranno individuare gli anticorpi colpevoli dello sviluppo della malattia. Se non sono presenti, allora la causa della miastenia dovrà essere un’altra.

É possibile effettuare dei test diagnostici con farmaci o stimoli elettrici direttamente sul muscolo dell’animale, ma non sono molto precisi per la ricerca finale.

L’importanza di attivarsi subito per il cane

Essendo molto gravi i sintomi che vanno a manifestarsi nel cane, è importante iniziare subito una terapia. I sintomi possono regredire così come peggiorare nel paziente, cosa che verificherà il veterinario di fiducia.

La terapia prevede l’uso di una flebo per idratare e reintegrare i liquidi nell’organismo del cane. Troviamo, poi, un supporto respiratorio che previene lo sviluppo della polmonite.

É necessario, inoltre, fare molta attenzione alla sua alimentazione. Con la grande difficoltà a deglutire e masticare, il peloso dovrà per forza ingerire cibo liquido o semiliquido.

La vera miastenia prevede, infine, una terapia con due diversi farmaci: gli anticolinesterasici e quelli immunosoppressivi.

Una terapia giusta, scelta con attenzione ai sintomi presenti, può donare anni migliori al cane e migliorare la sua vita quotidiana.