Home Cronaca Numero di abbandoni stabili tra giugno e luglio ma aumentano le adozioni

Numero di abbandoni stabili tra giugno e luglio ma aumentano le adozioni

CONDIVIDI

abbandonato

Al di là delle stime negative, proiettate dalle associazioni animaliste, a ridosso del periodo estivo, nel mese di giugno e nei primi dieci giorni di luglio, secondo i dati raccolti dall’Associazione Italiana Difesa Animali e Ambiente (Aidaa), pare che siano stabili gli abbandoni ma che sono aumentate le adozioni.

In totale, sui 100 canili monitorati da Aidaa si registra l’ingresso di tre-quattro cani al giorno, pari a 13000 animali entrati nelle strutture, un numero con una leggera flessione rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Tuttavia, si rivelano significativi e positivi i dati riguardanti le uscite dei cani, ovvero si contano ben 7500 adozioni, laddove nel 2015 erano 4650.

“Una rivoluzione positiva contro l’abbandono dei cani in estate”, commenta Aidaa, rivelando che il maggior numero d’ingressi nei canili è stato nelle regione del centro nord così come il maggior numero delle adozioni si è verificato tra Piemonte, Lombardia e Puglia. Dati positivi per le adozioni anche in Umbria e Lazio dove, tuttavia, sostiene Aidaa, come per le adozioni nel Centro Italia e Sicilia, permane l’incognita della destinazione di molti cani adottati in Germania, Olanda e Danimarca.

Rispetto a questi dati, forse le premesse per costruire una società più giusta nel rispetto della vita di ogni essere si stanno diffondendo a livello di ogni singolo cittadino e forse, grazie alle campagne animaliste, alla sensibilizzazione sul tema degli abbandoni, dando rilievo al destino e alla sofferenza dell’animale, stanno dando i loro frutti come pure la diffusione di strutture pet friendly che contribuiscono a infondere un concetto diverso della vacanza nelle persone.