Consulente felino: tutte le caratteristiche di questa figura professionale

Foto dell'autore

By Diana Cavalieri

Curiosita

Chi è un consulente felino e quali sono le caratteristiche di questa professione? Ecco alcuni approfondimenti sull’argomento.

Gatto vicino ad una persona
Gatto richiede attenzione (AdobeStock-amoreaquattrozampe.it)

Moltissime persone non conoscono le figure professionali legate al mondo degli animali. Tutti conoscono la figura del veterinario, naturalmente, ma non c’è, per fortuna solamente questa.

Chi ha un animale domestico può contare sull’aiuto di molti professionisti del settore. In questo articolo ci concentreremo in particolar modo sul consulente felino e proveremo a capire le caratteristiche di questa figura.

Sicuramente si tratta di un esperto del comportamento del gatto, ma cercheremo qui di seguito di approfondire l’argomento e di capire meglio i dettagli di questa professione.

Consulente felino: le caratteristiche di questa figura professionale

Quando decidiamo di adottare un gatto dobbiamo sentirci del tutto responsabili per lui. Quindi, non dobbiamo fargli mancare gli elementi essenziali come il cibo, un posto sicuro e mantenerlo in salute, ma serve fare attenzione anche alla sua sfera emotiva, troppo spesso sottovalutata.

Il gatto può avere diversi problemi comportamentali se viene tolto alla mamma gatta troppo presto, se subisce dei maltrattamenti, sei traumi o se ha un carattere timido e timoroso. In questi casi serve il consulente felino.

gatto domestico
Gatto domestico (Pixabay-amoreaquattrozampe.it)

Il consulente felino è quella figura professionale esperta nel comportamento del gatto che indaga sui problemi per capirne le cause e poterle risolvere. Il tutto è molto incentrato sull’emotività del gatto.

Iscriviti al nostro nuovissimo canale WHATSAPP e ricevi ogni giorno storie e video inediti solo per te

È vero che un gatto sta bene se può mangiare e dormire a sufficienza, ma questo non basta. Serve attività fisica e socializzazione affinché la sua mente sia serena e non abbia dei disturbi. I problemi mentali si riversano inevitabilmente sul fisico, proprio come accade agli esseri umani.

Sul web, purtroppo, ci sono molti corsi che promettono le competenze necessarie per diventare consulente felino. Tuttavia, è molto importante affidarsi a figure specializzate e certificate, come, ad esempio, l’Associazione Nazionale Felina Italiana (ANFI).

Un consulente felino si occupa di:

  • storia della domesticazione del gatto
  • comunicazione tra gatto e uomo
  • pre-adozione e motivazione
  • sensorialità di gatti cuccioli, adulti e anziani
  • comportamento del gatto anziano
  • stimolazione psicofisica
  • gestione di problemi di salute

Quando se ne ha bisogno

Se si notano nel proprio gatto dei comportamenti anomali è giusto affidarsi al parere di un esperto. Prima si passa dal veterinario, il quale si accerterà di eventuali problemi di salute, poi può essere richiesta la consulenza di un altra figura.

Gatto sul divano di casa
Gatto sul divano (Pixabay-amoreaquattrozampe.it)

Un consulente felino può essere specializzato in un settore in particolare. Anche perché ogni razza di gatto ha le sue caratteristiche e le sue predisposizioni genetiche a malattie o a lati del carattere.

Inoltre, ci sono persone specializzate nel far socializzare i cuccioli, persone che si concentrano maggiormente sui gatti anziani e come gestirli e via dicendo.

La consulenza, naturalmente, ha un costo, ma questo dipende molto dal problema, dalle cause e dalle tempistiche del trattamento necessario. Potrebbe essere necessaria l’interazione di più professionisti oppure un breve periodo di addestramento.

In ogni caso, è molto importante tenere conto della presenza di questi professionisti per garantire al proprio gatto il benessere di cui ha bisogno. Ad ogni campanello d’allarme la cosa migliore da fare è indagare immediatamente sul problema per poterlo risolvere in poco tempo.

 

Impostazioni privacy