Home Gatti Alimentazione Gatti Il gatto può mangiare la marmellata: cosa è importante sapere

Il gatto può mangiare la marmellata: cosa è importante sapere

Il gatto può mangiare la marmellata? Questo alimento così particolare può dare benefici o rischi alla salute del felino domestico? Scopriamo, insieme, la verità.

Il gatto può mangiare la marmellata
(Foto Unsplash)

Il felino domestico è sempre attratto e incuriosito da ciò che mangia il suo padrone umano, spinto ad annusare e leccare i cibi deliziosi pronti sulla tavola, ogni giorno. Non è facile trattenerlo dall’avvicinarsi agli alimenti che mangiamo, ma occorre sapere che non possiamo offrirgli tutto. Vediamo, qui, se il gatto può mangiare la marmellata oppure no.

Il gatto può mangiare la marmellata?

Tra i tanti prodotti dolci e zuccherini, la marmellata è molto consumata e spesso presente insieme ad altri prodotti nella colazione tipica italiana. Ma micio può mangiarne anche lui? Approfondiamo nell’articolo.

Vasetti di marmellata e frutta
(Foto Pixabay)

Quando si adotta un felino domestico, si è così felici che non si può fare a meno di viziarli. A noi piace tanto e anche a lui, che certo approfitta di questa nostra debolezza.

A tavola, in particolare, siamo portati ad ascoltare i capricci di micio e il suo insistere per ottenere qualche boccone di cibo in più dai piatti che siamo intenti a mangiare.

Resistere ai suoi occhioni e al suo miagolare dolce non sempre è possibile, ma attenzione, perché il caro animale non può mangiare tutto ciò di cui ci cibiamo noi.

Il felino, spinto dalla curiosità di assaggiare ogni cosa e dotato di un palato raffinato, è molto attento all’aspetto e agli odori di un determinato alimento.

In ogni caso, è compito del padrone essere responsabile nella scelta degli alimenti e assicurarsi di non fornire cibi tossici per il gatto, vietandogli anche il facile accesso.

Esistono degli alimenti di consumo umano quotidiano che possono danneggiare molto la salute delicata del gatto, provocando problemi di varia entità, in base alla quantità ingerita.

In molti si chiedono, ad esempio, se il gatto può mangiare la marmellata e, anche qui, la risposta è naturalmente negativa.

Micio e il sapore dolce

Innanzitutto, il micio non può sentire il sapore dolce, poiché le sue papille gustative non riconoscono alcuni sapori, tra cui lo zucchero. Si tratta di un cibo lavorato che risulterebbe pericoloso per il peloso, con il rischio di causare diabete nel gatto.

Alimenti come caramelle, dolciumi, merendine, torte e cioccolato non devono assolutamente passare sotto le zampe del proprio felino. Si tratta di cibi che, se ingeriti, sono un vero pericolo per la sua vita.

Ma cosa fare se il gatto dovesse ingerire, per sbaglio, un po’ di questi cibi? Continuiamo a leggere più avanti.

Potrebbe interessarti anche: Il gatto può mangiare lo sciroppo d’acero: cosa occorre sapere

Il felino mangia un dolce: come agire

Lontano dal controllo del padrone, micio può essere facile vittima di incidenti domestici, come ingerire cibi altamente tossici. In una situazione simile occorre essere luci e veloci. Ecco cosa si deve fare per aiutare il gatto e intervenire nel modo corretto.

Il felino vuole mangiare
(Foto Pexels)

La salute del felino domestico può dipendere molto dal cibo che gli viene somministrato nel quotidiano ed ogni scelta alimentare del padrone contribuisce al suo benessere o malessere.

Detto questo, può assolutamente capitare che il peloso mangi o ingerisca degli alimenti dannosi per lui, non soltanto alla propria tavola ma anche in altri luoghi, lontani dalla sua casa.

Qualora un simile evento dovesse capitare, la prima cosa da fare è avvisare subito il veterinario di fiducia, il quale deciderà di visitarlo e fare un controllo fisico completo.

Sarà il medico stesso ad intervenire, probabilmente si verificheranno episodi di vomito o diarrea del gatto, molto dipenderà dalle quantità di alimento ingerito e dalla categoria.

Il gatto può mangiare la marmellata: consultarsi sempre col medico

Ricordiamo che anche una piccolissima dose di un cibo tossico può danneggiare in modo gravissimo la sua salute e addirittura metterlo in pericolo di vita.

Per quanto riguarda la sua alimentazione, bisogna avere molta cura se si ha l’abitudine di preparare le sue pietanze in casa, scegliendo con attenzione tutti gli ingredienti.

Se si è un padrone alla prima esperienza con un micio, si può chiedere consiglio al proprio veterinario, il quale deciderà in base alla sua condizione di salute, verificando soprattutto eventuali allergie o intolleranze nel gatto.