Home Curiosita Curiosità sul gatto Peterbald: origini, storie e chicche sulla razza

Curiosità sul gatto Peterbald: origini, storie e chicche sulla razza

Curiosità sul gatto Peterbald: le nozioni, le imperdibili chicche e la vera storia di questa razza felina nuda, di origini russe.

peterbald
(Foto AdobeStock)

Nell’articolo di oggi andremo a scoprire le curiosità sul gatto Peterbald, le origini e la storia di questo felino.

Un gatto di taglia media che non supera i 5 kg di peso ed è privo o quasi del tutto privo di pelo.

Ha un aspetto elegante e fiero ma nasconde una irrequietudine intensa, diciamo che non è adatto a tutti. Queste e tante altre curiosità sul Peterbald. Scopriamole insieme.

Curiosità sul gatto Peterbald: lo sapevate che…?

Ecco tutte le chicche e le tante curiosità sul Peterbald questa razza di gatto glabra russa.

gatto pterbald
(Foto AdobeStock)

Un punto di partenza per imparare a conoscere il gatto che si è decisi ad adottare o che si è già adottati, sono le origini e subito dopo le curiosità.

Infatti in questo articolo andremo a raccontarvi delle curiosità sul Peterbald che circolano tra gli appassionati. Queste informazioni ci permetteranno di approfondire la conoscenza con il nostro gatto.

Ecco le curiosità sul gatto Peterbald:

  • il nome gli è stato dato dallo stesso creatore di questa razza, in onore della città da cui ha origine, “San Pietroburgo” fondata dallo Zar Pietro il Grande.
  • il Peterbald deve la sua nascita a Olga S. Mironova, allevatrice russa di San Pietroburgo;
  • la pelle del gatto Peterbald suda e rischia di abbronzarsi o bruciarsi se viene esposto troppo tempo al sole;
  • il Peterbald ha un metabolismo più veloce rispetto ad altre razze di gatti. Ha bisogno di più cibo rispetto ad altri gatti normali e di conseguenza più calorie per mantenere la temperatura corporea ottimale;
  • ovviamente questa razza di gatto perde molti meno peli di qualsiasi altro gatto, ma chi soffre di allergie può comunque mostrare sintomi di allergia;
  • non ci sono limiti al colore del pelo. I colori del Peterbald sono nero/seal, blu/grigio, cioccolato, lilla/lilac, cannella/cinnamon, cervo, rosso e bianco;
  • una caratteristica unica del Peterbald è che ha lunghe dita anteriori con cinghie, che consente di contenere giocattoli e altri oggetti;
  • il Peterbald è un abile saltatore come il Siamese, ama osservare tutti dall’alto.

Potrebbe interessarti anche: Le razze di gatti senza pelo: i mici nudi più affascinanti al mondo

Peterbald famosi

Il Peterbald e le curiosità in merito al riconoscimento della razza. 

peterbald
(Foto AdobeStock)

La razza Peterbald è stata sviluppata per la prima volta nel 1994, incrociando i gatti Donskoy e Oriental Shorthair. A creare tutto questo fu l’allevatrice russa di nome Olga S. Mironova.

La razza è stata accettata dalla International Cat Association (TICA) nel 1997 e riconosciuta per lo status di campionato nel 2005. TICA ha accettato la varietà di mantello della razza per lo status di campionato a maggio 2008.

Potrebbe interessarti anche:I gatti più freddolosi: tutte le razze feline che soffrono di più il freddo

Nomi per il tuo Peterbald

Ti ritrovi con il tuo Peterbald tra le braccia e non sai come chiamarlo? Segui i consigli degli esperti e consulta l’elenco a tua disposizione.

Innanzitutto per non sbagliare è importante che tu conosca alcuni principi di base, ovvero:

  • dare il nome al gatto quanto prima per farlo abituare;
  • la lunghezza non deve essere né troppo lungo né troppo corto;
  • non creare confusione, cerca di dargli un nome che non somigli ad un comando;
  • qualsiasi nome tu possa scegliere, cerca di chiamare il gatto sempre con lo stesso nome;
  • premia il gatto ogni volta che arriva quando si sente chiamare.

Questi sono solo alcuni consigli e non regole, ognuno è libero di dare il nome che più gli piace.

Potrebbe interessarti anche: Alimentazione del Peterbald: cibi, dosi e frequenza dei pasti

Se poi avete bisogno di qualche suggerimento, di seguito troverete un elenco di nomi per il gatto Peterbald femmina e maschio.

Peterbald femmina:

  • Aysha;
  • Astra;
  • Athena;
  • Briciola;
  • Buffy;
  • Bubi;
  • Chantilly;
  • Chelsea;
  • Dea
  • Evita;
  • Ermione
  • Iside;
  • Lilla
  • Lola;
  • Luna;
  • Magda;
  • Micia;
  • Misha
  • Moon;
  • Morgana;
  • Ysolde;
  • Yoyo;
  • Yuki;
  • Yuma;
  • Yumy;
  • Vaniglia;
  • Vela;
  • Vicky;

Peterbald maschio:

  • Angel;
  • Asso;
  • Asterix;
  • Astro;
  • Cosmo;
  • Ercole;
  • Erik;
  • Eros;
  • Felix;
  • Figaro;
  • Giove
  • Grey;
  • Harry;
  • Jack;
  • Jasper;
  • Julius;
  • Leo;
  • Lucky;
  • Max;
  • Merlino
  • Miao;
  • Micio;
  • Milo;
  • Oliver;
  • Oscar;
  • Pluto;
  • Pongo;
  • Pablo;
  • Pulce;
  • Puma;
  • Romeo;
  • Sonny;
  • Toly.

Questi alcuni esempi di nomi per il vostro gatto Peterbald, a voi la scelta! Tuttavia, sappiate che molto spesso solo osservando e tenendo tra le braccia il gattino, sarete ispirati per potergli assegnare il nome più adatto.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.

Ettore D’Andrea