Home Gatti Il gatto che aiuta la sua padrona affetta d’epilessia

Il gatto che aiuta la sua padrona affetta d’epilessia

CONDIVIDI

beebz

Un legame veramente straordinario tra un gatto di 3 anni, di nome Beebz e la sua padroncina, un’adolescente di Halstead nell’Essex, Annie Barter.

La giovane ragazza soffre di violenti attacchi epilettici, ma il suo amato gatto, nato e cresciuto nella famiglia Barter, non abbandona maila sua padrona e interviene per svegliarla dandogli dei leggeri colpi di zampette sulla testa e mordicchiando i capelli.

“Non appena Annie cade a terra con le convulsioni, Beebz sente il botto e corre su per le scale e poi si mette accanto a lei e le lecca il volto. Miagola dolcemente e le lecca le dita dei piedi. Non è frenetico, è molto calmo, le tira delicatamente i capelli e cammina su di lei. Ma non appena le si sveglia, Beebz se ne va, come se il suo lavoro fosse finito. E’ davvero uno spettacolo da vedere!”, ha raccontato la madre della giovane.

Questo comportamento del gatto ha anche sorpreso i medici quando sono intervenuti la prima volta per soccorrerla e trovarono il micio che si stava occupando di lei: “Le prime volte che Annie aveva delle crisi epilettiche lo spingevo via, ma poi ho capito voleva occuparsi di lei e ora lascio che lui le stia accanto ogni volta”, ha aggiunto la madre, spiegando che adesso anche i medici acconsentono a che il gatto stia vicino alla ragazza durante le sue crisi.
“Quando mi sveglio dopo una crisi sono molto confusa e non so dove mi trovo, ma lui è sempre lì quando riapro gli occhi. E’ strano ma, anche prima di svegliarmi, quando non sono ancora perfettamente cosciente, posso sentire cosa succede intorno a me e posso sentirlo miagolare. Lui mette le sue zampe su di me o gira intorno a me fino a quando non sono tornata alla normalità. E’ il mio personale angelo ed eroe e mi sento così fortunata ad averlo al mio fianco”, ha invece commentato Annie.