Home Gatti Il Manx: il gatto dell’arca di Noè

Il Manx: il gatto dell’arca di Noè

CONDIVIDI

manxORIGINI: Caratterizzato dall’assenza della coda, il Manx esiste già da tempo. Il vero Manx, o Rumpy, dovrebbe avere una piccola cavità al posto della coda, ma esistono anche Manx con un residuo di coda, conosciuti come Riser, Stumpy o Stubby, e Longy. La mancanza di coda non va considerata solo una strana anomalia: il gene mutante agisce anche a livello dell’apparato scheletrico provocando malformazioni come la spina bifida, che può essere letale. Per ridurre questo rischio si tende a evitare gli accoppiamenti di individui della stessa razza, che tra l’altro generano cuccioli che, ereditando le malformazioni nelle vertebre, muoiono già nell’utero materno o subito dopo il parto. Una leggenda racconta che il Manx perse la coda mentre saliva sull’Arca di Noè per salvarsi dal Diluvio universale. Di fatto il Manx è il simbolo dell’isola di Man, Irlanda, dove è presente da almeno quattrocento anni. Sono permessi sia moltissimi dei colori e delle combinazioni riconosciute per le altre razze sia vari tipi di disegno del mantello.

TEMPERAMENTO: l Manx è un gatto molto affettuoso e giocherellone. L’attaccamento quasi morboso che dimostra nei confronti del padrone, che segue ovunque passo passo, è molto “canino” e così pure l’abitudine di riportare gli oggetti che gli si lancia, di scavare e seppellire i giocattoli, di ringhiare quando sente un rumore sospetto. La sua passione però è del tutto felina: la caccia ai topi.

japanesebobtailblueeyedmi-keCARATTERISTICHE MORFOLOGICHE: Testa: Ampia e rotonda con il naso corto o di lunghezza media, diritto e in Gran Bretagna più curvo che negli USA. Il colore della pelle del naso deve accordarsi con quello del mantello. Mento ben sviluppato. Occhi: Grandi, rotondi disposti leggermente ad angolo rispetto al naso, Il colore deve accordarsi con quello del mantello. Orecchie: Di grandezza media e leggermente arrotondate in punta. Corpo: Di tipo forte, muscoloso e robusto. Mantello: Di tipo doppio, formato da sottopelo corto e molto fitto che al tatto appare lanuginoso e da un pelo dominante più lungo. Esteriormente è di aspetto lucido. Macchie definite di colore rosso, crema, nero e bianco. Coda: Manca. È possibile tastare una cavità alla fine della spina dorsale. Piedi: Larghi e rotondi. Il colore dei cuscinetti deve corrispondere a quello del mantello. Zampe: Le zampe anteriori sono corte e distanti, quelle posteriori sono più lunghe, con le cosce muscolose e grosse che conferiscono al gatto un’andatura “da coniglio”, anche se questo è considerato un difetto negli USA.