Home Gatti Razze di gatti Ojos Azules: prezzo, cuccioli, carattere, origini, curiosità

Ojos Azules: prezzo, cuccioli, carattere, origini, curiosità

Mai sentito parlare di una razza felina chiamata Ojos Azules? Il suo nome e il suo aspetto non lasciano indifferenti: ecco cosa sapere.

ojos azules
(Foto Adobe Stock)

Dallo sguardo magnetico e dal carattere irresistibile, questo micio desta curiosità e stupore. Scopriamo tutto sul conto dell’Ojos Azules, rispondendo a una serie di domande che riguardano le origini del micio, la sua salute, i cuccioli di questa razza e tanto altro.

Informazioni generali sulla razza

Iniziamo a conoscere questa razza felina elencando una serie di informazioni di carattere generale sull’Ojos Azules.

ojos azules
(Foto Adobe Stock)
  • Soprannome: Micio dagli occhi azzurri
  • Origine: New Mexico
  • Vita media: 10-12
  • Dimensioni: medie
  • Peso: 4-6 kg
  • Anallergico: no
  • Tendenza a fuggire: no
  • Tendenza ad ingrassare: no
  • Tendenza a miagolare: sì
  • Tendenza a soffrire la solitudine: no
  • Clima: caldo-temperato
  • Compatibile con bambini: sì
  • Compatibile con altri animali: sì

Quanto costa un Ojos Azules

Ti piacerebbe accogliere un pelosetto di questa razza nella tua casa? Il prezzo di un Ojos Azules si aggira tra i 700 e i 1500 euro.

La cifra precisa dipende da una serie di fattori, come età, sesso e topologia del gatto. Infatti, è possibile distinguere tra felini da compagnia, da riproduzione o da allevamento, con diverse fasce di prezzo.

La spesa di mantenimento mensile del micio si aggira intorno ai 30 euro.

Habitat e stile di vita ideale

Poiché dotati di un temperamento giocoso e curioso, gli esemplari di questa razza necessitano di vivere in un ambiente ricco di stimoli.

Per questo, è fondamentale progettare uno spazio della casa destinato al soddisfacimento dei bisogni etologici del gatto, che sia dotato non solo di lettiera, ciotole e cuccette, ma anche di mensole e percorsi rialzati, tiragraffi, giocattoli, tunnel e via dicendo.

In caso disponiamo di uno spazio esterno, il felino potrà avervi accesso esclusivamente qualora la zona sia stata adeguatamente recintata e posta in sicurezza, per evitare che l’animale si allontani e possa correre pericoli.

L’adozione dell’Ojos Azules è consigliata proprio a tutti: famiglie con bambini e altri animali, persone anziane e chi trascorre alcune ore fuori casa.

Questo gatto, infatti, mantiene una buona dose di indipendenza ed autonomia.

Origini e storia della razza

Da dove viene l’Ojos Azules? Ecco cosa sapere sulla provenienza di questo gatto e sulle tappe che hanno caratterizzato il suo sviluppo.

ojos azules
(Foto Adobe Stock)

Le informazioni a riguardo non sono molte, trattandosi di un quattro zampe estremamente raro e poco conosciuto.

Quel che è noto è che la razza è frutto di una mutazione genetica che si è sviluppata in New Mexico intorno alla metà degli anni ’80.

Ad oggi è ancora una razza sperimentale, anche se tra le diverse associazioni feline la TICA ha ufficialmente riconosciuto l’Ojos Azules.

Aspetto e caratteristiche fisiche

Questo micio è davvero affascinante: ecco tutte le caratteristiche che rendono l’Ojos Azules davvero magnetico.

ojos azules
(Foto Adobe Stock)

Corpo

L’Ojos Azules è un micio di taglia media, con un peso compreso tra i 4 e i 6 kg.

La sua corporatura si presenta agile ed elegante.

Testa

La testa ha una forma triangolare, da cui spuntano le orecchie, ampie alla base e leggermente arrotondate sulla sommità.

Sul muso dell’Ojos Azul sono incastonati due meravigliosi occhioni color del cielo, che rappresentano la peculiarità distintiva della razza.

Manto

A seconda dei casi, questo micio può essere avvolto da un mantello corto o medio-lungo.

Poiché lo standard non ha ancora riconosciuto ufficialmente la razza, non sono state indicate stringenti caratteristiche che il pelo del micio dovrebbe presentare.

Quindi, sono ammesse tutte le colorazioni e i disegni.

Zampe

Le zampe dell’Ojos Azul sono robuste, longilinee e ben proporzionate rispetto al resto del corpo.

Carattere dell’Ojos Azules

L’Ojos Azules è in grado di far capitolare gli umani alle sue zampe grazie al suo carattere davvero irresistibile.

ojos azules
(Foto Adobe Stock)

Questo pelosetto, infatti, si dimostra dolce e affettuoso nei confronti della sua famiglia, alla quale si rivolge con un atteggiamento a dir poco devoto.

Attivo e giocherellone, ama dedicarsi ad esplorazioni e giochi di intelligenza, in cui mettere alla prova la sua brillante perspicacia.

Compatibilità con bambini e altri animali

Dall’indole amichevole e mansueta, questo quattro zampe è perfetto per i più piccoli, nei confronti dei quali si rivela paziente e coccolone.

Allo stesso modo, l’Ojos Azules va d’accordo con gli altri animali, siano essi cani o membri della sua stessa specie.

Salute e cura dell’Ojos Azules

Trattandosi di una razza poco conosciuta, le informazioni sulla salute di questi pelosetti non sono molte.

stetoscopio
(Foto Pixabay)

In generale, si tratta di mici di robusta costituzione, la cui durata media della vita è compresa tra i 10 e i 12 anni.

Pur non essendo ancora state riscontrate malattie comuni nell’Ojos Azul, che si trasmettono geneticamente da una generazione all’altra, è possibile che il gatto contragga patologie che frequentemente colpiscono i felini domestici.

Tra queste, ad esempio, rientrano infezioni, allergie, disturbi urinari e via dicendo.

Come prendersi cura al meglio dell’Ojos Azul? È sufficiente spazzolare questo micio 2-3 volte a settimana, in modo da evitare la formazione di nodi e boli di pelo, oltre che rimuovere lo strato di pelo morto dal suo mantello.

Alimentazione ideale

Cosa dare da mangiare all’Ojos Azules, per far sì che questo pelosetto sia sempre sano e forte?

Cibo secco
(Foto Pixabay)

In primis, la dieta di questi gatti deve essere basata sull’apporto di carne e pesce.

Via libera a pollo, manzo, coniglio, ma anche salmone, tonno e orata.

Dalle proteine di origine animale, infatti, questi mici riescono ad assumere nutrienti essenziali per il proprio benessere, che il loro organismo non è in grado di produrre in maniera autonoma.

Per pianificare un’alimentazione sana, completa e bilanciata, non dimenticare di chiedere consiglio al tuo veterinario di fiducia.

Riproduzione e cuccioli

Ti piacerebbe far accoppiare il tuo micio? Ecco cosa sapere su riproduzione e cuccioli di Ojos Azules.

ojos azules
(Foto Adobe Stock)

La gestazione del gatto ha una durata di 63-68 giorni, al termine dei quali vengono alla luce 2-4 gattini.

I cuccioli raggiungono le dimensioni adulte intorno al primo anno di vita.

Nomi per il tuo Ojos Azules

Hai deciso: vuoi spalancare le porte della tua casa e del tuo cuore a questo pelosetto.

nomi per il tuo
(Foto Pixabay)

Dopo aver deciso di adottare un Ojos Azules, non ti resta che scegliere il nome perfetto per il tuo nuovo amico a quattro zampe.

Come individuarlo? In primis, lasciati ispirare dalle più di 6500 proposte che abbiamo pensato per nomi di gatto femmina e maschio.

Dopodiché, tieni a mente che i gatti tendono a memorizzare con maggiore facilità le parole brevi, composte dalla ripetizione di suoni simili tra loro.

Tra gli appellativi più gettonati per l’Ojos Azules ci sono:

  • Maschi: Gringo e Sky;
  • Femmine: Iris e Luna.

Curiosità sull’Ojos Azules

Infine, non ci resta che chiudere la nostra scheda con una carrellata di curiosità sull’Ojos Azules.

ojos azules
(Foto Adobe Stock)
  • Tra i motivi per cui questa razza è ancora in fase sperimentale c’è la possibilità che la mutazione genetica responsabile dei meravigliosi occhi azzurri di questi mici sia anche collegata alla presenza di un gene letale;
  • Tra le ipotesi che spiegano l’origine della mutazione genetica che ha dato vita all’Ojos Azul c’è il gene collegato alla sordità o la discendenza dal Siamese;
  • Ad oggi gli esemplari di questa razza sono rari e poco diffusi;
  • Il nome dell’Ojos Azul, naturalmente, fa riferimento ai suoi occhi di un colore intenso e magnetico.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.

Laura Bellucci