Home News Animali, fauna selvatica: cucciolo di orso portato al guinzaglio per strada

Animali, fauna selvatica: cucciolo di orso portato al guinzaglio per strada

CONDIVIDI
orsi sfruttamento
Cucciolo di orso portato al guinzaglio

Porta a spasso cucciolo di orso per strada

Tremava, era terrorizzato. E’ quanto hanno commentato i passanti, testimoni di una scena insolita e drammatica, registrata per le vie di Gyumri, in Armenia.

Un uomo, come se niente fosse, stava portando al guinzaglio un cucciolo di orso. Inizialmente, i testimoni hanno pensato che si trattasse di un cane. Solo in un secondo momento si sono accorti che si trattava di un orso in carne ed ossa.

L’esemplare era spaventato e tremava. Ecco perché i passanti hanno deciso di fotografare la scena e di segnalare il caso a due organizzazioni che si occupano di tutela della fauna selvatica, tra cui la International Animal Rescue (IAR) e la Foundation for the Preservation of Wildlife and Cultural Assets (FPWC).

Sul posto si sono presentati i membri delle organizzazioni che, dopo diverse ricerche, sono riusciti ad individuare il proprietario del cucciolo di orso. Dopo un lungo dialogo i volontari hanno convinto l’uomo a consegnare l’orso. Ricordando che in Armenia è vietato detenere un orso in casa.

Il cucciolo chiamato Leo è stato recuperato dagli esperti. Tremava ancora quando lo hanno preso. Molto probabilmente, il povero esemplare era terrorizzato dal guinzaglio e potrebbe aver subito il trauma di aver visto uccidere la madre da dei cacciatori.

Gli animali selvatici non sono da compagnia

“Leo era custodito come un animale da compagnia. Tuttavia, una volta cresciuto, il padrone non avrebbe avuto altre possibilità se non quelle di rinchiuderlo in una gabbia”, hanno sottolineato i volontari dello Iar.

L’esemplare era sottopeso e le sue condizioni iniziali preoccupavano i veterinari del centro di recupero fauna selvatica. Fortunatamente, dagli aggiornamenti, lo staff ha reso noto che il cucciolo a distanza di qualche giorno era fuori pericolo.

Secondo i dati ufficiali, una sessantina di orsi sarebbero detenuti in cattività in Armenia. Alcuni esemplari sono detenuti in luoghi turistici e nei ristoranti come intrattenimento. Molti orsi sarebbero invece chiusi nei sotterranei di privati, al buio, senza mai vedere la luce del sole.

Una triste sorte per migliaia di esemplari in tutto il mondo. Nonostante le campagne di sensibilizzazione, il commercio illegale della fauna selvatica è in aumento, anche quello di specie protette o in via d’estinzione.

Salvataggio del piccolo orso:

Post dell’organizzazione internazionale