Home News Bambino 3 anni sopravvive nel bosco a -20° grazie a un orso

Bambino 3 anni sopravvive nel bosco a -20° grazie a un orso

CONDIVIDI

La storia incredibile di un bambino di 3 anni smarrito salvato da un orso

bambino salvato da orso
Casey

Era a casa della nonna. Stava giocando nel giardino con altri bambini quando è stato attratto da qualcosa nel bosco.

A soli 3 anni, Casey è stato protagonista di una storia che ha i contorni di una favola, accaduta il 22 gennaio 2019. Il bambino infatti è sopravvissuto per due giorni a – 20° nel bosco. Casey si era allontanato troppo, perdendosi nel bosco. Non appena la nonna si è accorta della scomparsa ha subito allertato le autorità. Sul posto hanno operato un centinaio di persone tra forze dell’ordine e cittadini che hanno cercato senza sosta il piccolo Casey per due giorni.

L’angoscia della famiglia saliva con il passare delle ore. Le temperature ben al di sotto dello zero, arrivando a -20° nella notte, lasciavano poche speranze di ritrovare vivo Casey.

Poi, allo scadere del secondo giorno è arrivata una chiamata allo sceriffo
Chip Hughes della contea di Craven nel North Carolina. Qualcuno aveva sentito un bambino piangere ed era Casey.

Il bambino di 3 anni era sano e salvo e non presentava condizioni critiche di ipotermia. Stava bene. Quello che ha sorpreso lo sceriffo e tutta la comunità sono le dichiarazioni di Casey che ha raccontato di aver trovato molti amici nella foresta e che un orso lo ha protetto.

“Ha detto di avere un amico nel bosco, un orso che era con lui”, ha dichiarato lo sceriffo.

Nella contea vivono circa 17mila orsi neri, secondo i dati della North Carolina Wildlife Resources Commission, che si occupa di fauna selvatica. Si tratta dell’unica specie di orso che si trova nella Carolina del Nord. E’ una specie prevalentemente vegetariana che si nutre di bacche, noci ma anche di qualche piccolo animale e che raramente attacca l’uomo.

La storia di Casey ha letteralmente conquistato tutti. “Dio gli ha mandato un amico per tenerlo al sicuro, Dio è un buon Dio. I miracoli accadono”, avrebbe commentato la zia di Casey in un post su Facebook, successivamente cancellato.

Da allora, la famiglia di Casey ha dovuto disporre una cassetta delle poste appositamente per accogliere centinaia di lettere e di regali inviati a Casey, tra i quali anche orsi impagliati.

“Apprezziamo i pensieri, tutti vogliono regalare a Casey un piccolo orsetto. Possiamo assicurare che è in grado di ospitarne tanti”, hanno commentato i genitori del bambino.

Casi simili sono piuttosto comuni. Tuttavia, nella maggior parte delle vicende, i bambini sono stati protetti dal migliore amico dell’uomo.

Ti potrebbe interessare–> Cane fedele: salvò bambina di 3 anni smarrita nei boschi siberiani per 12 giorni

Storie alle quali è difficile credere, pensando che si possa trattare di racconti farneticanti e di ricostruzioni irreali forniti dai bambini che a 3 anni non sono in grado di distinguere la realtà dall’immaginazione. Tuttavia, molte vicende hanno dimostrato che le femmine appartenenti a specie diverse, proteggono i cuccioli di altre specie. Ovvero, in presenza di un bambino/cucciolo è possibile che negli esemplari femmine scatti un senso di protezione derivato dall’istinto di maternità. A noi piace sognare e credere che nel regno animale prevalga il rispetto guidato dall’intuito, ormai dimenticato dall’essere umano. Altrimenti, come potrebbe essere sopravvissuta la bambina che in India per 8 anni ha vissuto in un branco di scimmie?


C.D.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI