Home News Il cane rispedito in canile dopo tre giorni di azione: cerca una...

Il cane rispedito in canile dopo tre giorni di azione: cerca una nuova casa

Un cane viene rispedito in canile dopo essere stato preso in adozione a soli tre giorni dal suo ingresso in casa. Il problema è il suo peso. Ora cerca una nuova famiglia pronta a donargli il giusto amore.

Cane Rispedito Canile
Il cane rispedito in canile dopo tre giorni di adozione (Facebook – Io, Cane Randagio)

Quella dell’adozione è una faccenda e una responsabilità alla quale non si può mancare una volta presa una decisione. Altrimenti si finisce col commettere un errore. Lo stesso che è stato commesso verso un cane di soli 11 mesi, rispedito in canile dopo solo tre giorni di adozione.

Un cane non è un oggetto e prima di prendere una decisione, sia che lo si prenda sola, sia in coppia, o per il famoso regalo di Natale, bisogna ponderare ogni cosa e stare attenti a tutto. Ora, questo povero cucciolo che viene dalla Puglia, è in attesa di una nuova famiglia che si prenda cura di lui in modo serio, responsabile e senza pensare di poterlo rispedire indietro all’istante.

Il cane cerca una nuova famiglia: rispedito nel canile per 3 kg in più di peso

Cane Rispedito Canile
Il cane rispedito in canile dietro il cancello (Facebook – Io, Cane Randagio)

Il nome è importante. Ci indentifica e ci permettere di essere chiamati da altri. Ora pensate a un essere vivente che ancora non lo ha. È proprio questo il destino a cui è andato incontro questo cucciolo che ora si trova in un canile della Puglia e non aspetta altro che qualcuno si faccia avanti.

LEGGI ANCHE >>> Laika, otto anni legata con una catena a un albero: cerca il riscatto

In canile da quando è nato, trovato per la strada. Poco tempo fa era arrivata una famiglia che gli aveva fatto tanti chilometri per entrare in casa. Dopo tre giorni, per colpa del suo peso, 23 kg invece che 20, è stato rispedito indietro. Una vera mancanza di responsabilità e una forte mancanza di affetto per il cane stesso.

Un cucciolo che non conosce ancora, oltre che il suo nome, la vera felicità. Sta aspettando che qualcuno si faccia avanti per donargli quell’affetto che merita. Quella casa, calda, che nessuno finora ha saputo donargli. Ricordiamo che è in canile da quando era più che un cucciolo, trovato in mezzo a una strada pugliese.

LEGGI ANCHE >>> Il cane Dolce, di nome e di fatto: aspetta una famiglia

A prendersi cura di lui è stata l’associazione no-profit Io, Cane Randagio, che da sempre si occupa di cani abbandonati nel cercare di donarli a qualcuno che abbia l’amore per loro. Un cane buono, che desidera solo una famiglia. Per ulteriori informazioni si può chiamare o mandare un messaggio al seguente numero: 329.8338987