Home News Cieca e malnutrita, abbandonata senza pietà: le serviva una casa e tanto...

Cieca e malnutrita, abbandonata senza pietà: le serviva una casa e tanto amore

Una gattina cieca abbandonata e trovata in un grave stato di malnutrizione e disidratazione ora ha trovato chi si prenderà cura di lei!

gattina cieca abbandonata
La piccola Ray quando è stata portata per la prima volta dal veterinario (Facebook – AdottaMici)

La forza di alcuni animali a volte è davvero sconvolgente. Questi riescono a sopravvivere a delle grandissime difficoltà nonostante spesso ogni cosa sembra remare contro di loro. La protagonista di questa storia è una gattina di nome Ray la quale ha vissuto delle vere e proprie disavventure ma la sua voglia di vivere era così forte che non si è lasciata abbattere e grazie all’aiuto di persone dal cuore d’oro ora potrà finalmente tornare a vivere la vita che merita, circondata dall’amore e dall’affetto.

Ray, la gattina cieca viene adottata da una scuola e dalla sua preside

gattina cieca abbandonata
La gattina Ray in braccio alla preside della scuola di Castellana Grotte (Facebook – AdottaMici)

Come troppo spesso accade, alcuni proprietari di animali rimangono fedeli ai loro cuccioli fino a quando questi sono in salute e non creano nessun tipo di problema. Quando però per qualche sfortunato evento questi iniziano ad avere dei problemi, la decisione che viene presa è quella di portarli in qualche rifugio o, nella peggiore delle ipotesi, di abbandonarli. Questo è quello che potrebbe essere successo alla dolce Ray, una micia di 3 anni ritrovata a vagare per le strade di Noci, in provincia di Bari. Alcune persone hanno visto questa gattina abbandonata in grave condizioni e hanno così deciso di portarla da un veterinario per scoprire quale fosse il suo problema.
L’animale proveniva sicuramente da una casa, questo perché il suo atteggiamento nei confronti delle persone era davvero tranquillo e sembrava quindi abituata al rapporto con gli esseri umani. Quello che però sembrava strano era il suo modo di muoversi.

Ti potrebbe interessare anche >>> Koda, il cucciolo di 5 mesi trovato disidratato e pieno di ulcere

 Quando è stata portata nella clinica, il veterinario ha potuto accertare il suo stato di malnutrizione e in aggiunta ha scoperto che la povera gattina era cieca. A Ray infatti mancano entrambi i bulbi oculari, persi probabilmente a causa di una patologia. Le persone che l’hanno ritrovata purtroppo non potevano tenerla con loro e quindi il medico veterinario si è rivolto ad una ragazza di nome Marika che da qualche tempo si è resa disponibile insieme ad un gruppo di altre persone per poter fare da stallo momentaneo per la piccola felina.
Una volta portata a casa, la ragazza ha iniziato a prendersi cura di lei e per farla tornare a quello che sarebbe dovuto essere il suo stato. La micia infatti nonostante avesse tre anni sembrava dimostrarne molto di meno a causa della mancanza di acqua e cibo mentre si trovava a vagare da sola. 

Ti potrebbe interessare anche >>> Sentono dei rumori provenire dall’auto: famiglia salva un gatto intrappolato

Nel frattempo, attraverso i social della pagina “Adottamici” era stato propagato un annuncio per poter cercare qualcuno che potesse adottare Ray per sempre e proprio quando sembrava arrivata la risposta tanto attesa, la piccola gatta è fuggita. La ragazza che la stava ospitando vive in una villetta circondata da muretti a secco e probabilmente la gattina si è intrufolata in uno dei buchi ed è così uscita fuori dal perimetro dell’abitazione. Un’altra volta però Ray è stata baciata dalla fortuna e grazie ad un’allerta fatta girare su Facebook è stata ritrovata, anche se era nuovamente disidratata e aveva perso molto peso. Tornata da Marika la gatta ha ripreso il suo percorso per tornare in forma e nel frattempo è tornata la proposta di adozione.
A rendersi disponibili per accogliere la piccola gattina cieca Ray è stata una scuola di Castellana Grotte, a soli 20 minuti da Noci. Un’adozione molto particolare richiesta da un istituto Pet Friendly in cui già sono ospitati altri felini. La dirigente scolastica si dice davvero felice di poter accogliere Ray nella sua scuola, dove è certa che potrà vivere in sicurezza e circondata dall’amore di tutto il personale e dei bambini. (G. M.)