Home News Bimbo abbandona gattino cosparso di olio: “Mamma mi ha ordinato di buttarlo”

Bimbo abbandona gattino cosparso di olio: “Mamma mi ha ordinato di buttarlo”

Intercetta un bimbo in strada mentre abbandona un gattino cosparso di olio, la confessione e le sue condizioni sono agghiaccianti.

gattino olio bimbo abbandona
Il terribile habitat del micio (Facebook – Associazione Randagi del Sud)

A testimoniare quanto accaduto nei giorni scorsi a un povero micio è intervenuta L’Associazione Randagi del Sud. Si tratterebbe di “un’altra storia agghiacciante” secondo il dettagliato report condiviso in rete da uno dei volontari. Le immagini e la testimonianza dell’accaduto, pubblicate il 26 ottobre, tengono a invitare gli abitanti della zona a tenere gli occhi aperti sulla questione e a informarli sull’inverosimile ritrovamento del piccolo gattino indifeso.

Bimbo abbandona gattino cosparso di olio: “Mamma mi ha ordinato di buttarlo”

gattino olio bimbo abbandona
Il gattino tratto in salvo (Facebook – Associazione Randagi del Sud)

Mentre si trovava a passeggio a bordo del suo monopattino, il volontario dell’Associazione si è imbattuto in un bambino che camminava anch’esso in strada portando con sé una piccola e insolita scatola. Da essa sembrava difatti sbucare la testolina di un gattino. I sospetti del volontario si sono rivelati – pochi istanti più tardi – fondati.

Potrebbe interessarti anche >>> Esplode palazzina, estratti dalle macerie una cucciolata di bassotti – VIDEO

L’uomo si sarebbe pertanto fermato a controllare la situazione, chiedendo al bambino cosa contenesse la scatola che teneva tra le mani. Il bimbo ha subito riposto: “la mamma mi ha detto di andare a buttarlo“. Nel frattempo, ciò che ha aggiunto il bambino, pochi istanti dopo la sua macabra confessione, avrebbe infine spinto il volontario a portare via con sé il micio in pericolo.

La donna in questione avrebbe dunque ordinato al figlioletto di compiere l’orribile gesto dal momento che non voleva più in casa il gatto a causa della sua sporcizia. Il povero gattino era infatti ricoperto di lubrificante per motori. A tal punto da non rendere più a riconoscibile a occhi nudo la naturale colorazione del suo pelo.

Il volontario lo ha trasportato con cautela nella struttura-rifugio dell’Associazione, dove il micio è stato sottoposto a più lavaggi prima di poter tornare al suo originale “rosso cipria“. Al tenero gattino, una volta tornato in forma smagliante grazie alle cure e alle attenzioni dei volontari, è stato affidato il nome di Otto.

Potrebbe interessarti anche >>> Si infila sotto terra per salvare un cane disperso – FOTO

I volontari della struttura, dopo averlo tratto in salvo, sono adesso alla ricerca di una nuova famiglia per il dolce Otto. E sperano – come fra l’altro si evince chiaramente dal post condiviso su Facebook dall’Associazione – che ciò possa avvenire al più presto dando così inizio a un nuovo gioioso capito nella vita del micio, scampato per miracolo ad un palese esempio di crudeltà umana.